Levoreact 0,5 mg/ml spray nasale, sospensione flacone 10 ml

Ultimo aggiornamento: 05 aprile 2017
Farmaci - Levoreact

Levoreact 0,5 mg/ml spray nasale, sospensione flacone 10 ml




INDICE SCHEDA



INFORMAZIONI GENERALI


AZIENDA

Johnson & Johnson S.p.A.

MARCHIO

Levoreact

CONFEZIONE

0,5 mg/ml spray nasale, sospensione flacone 10 ml

PRINCIPIO ATTIVO
levocabastina cloridrato

FORMA FARMACEUTICA
spray

GRUPPO TERAPEUTICO
Antiallergici

CLASSE
C

RICETTA
medicinale di automedicazione

SCADENZA
24 mesi

PREZZO
DISCR.


INDICAZIONI TERAPEUTICHE



A cosa serve Levoreact 0,5 mg/ml spray nasale, sospensione flacone 10 ml

Trattamento sintomatico delle riniti allergiche.

LEVOREACT è indicato per adulti e bambini con più di 3 anni di età.


CONTROINDICAZIONI



Quando non dev'essere usato Levoreact 0,5 mg/ml spray nasale, sospensione flacone 10 ml

Ipersensibilità al principio attivo od a uno qualsiasi degli eccipienti elencati al paragrafo (qui non riportato) 6.1.

Controindicato in gravidanza (Vedere paragrafo (qui non riportato) 4.6).


AVVERTENZE E PRECAUZIONI D'USO



Cosa serve sapere prima di prendere Levoreact 0,5 mg/ml spray nasale, sospensione flacone 10 ml

Sono disponibili dati limitati sull'uso di levocabastina per via orale in pazienti con compromissione renale. LEVOREACT spray nasale, sospensione deve essere somministrato con cautela nei pazienti con insufficienza renale.

Informazioni importanti su alcuni eccipienti

§Glicole propilenico.LEVOREACT spray nasale contiene glicole propilenico chepuò causare irritazione cutanea.

§Benzalconio cloruro.LEVOREACT spray nasale contiene benzalconio cloruro. Tale sostanza,irritante, può causare reazioni cutanee locali. Può causare broncospasmo.


INTERAZIONI



Quali farmaci o principi attivi possono interagire con l'effetto di Levoreact 0,5 mg/ml spray nasale, sospensione flacone 10 ml

Interazioni farmacodinamiche

Nel corso di studi clinici non sono state mai riportate interazioni della levocabastina con alcool o altri medicinali. In studi appositamente progettati non c'è stata alcuna evidenza di potenziamento degli effetti dell'acool o del diazepam da parte di LEVOREACT spray nasale, sospensione usato ai dosaggi normali.

Interazioni farmacocinetiche

Il decongestionante ossimetazolina può temporaneamente ridurre l'assorbimento di levocabastina spray nasale.

La co-somministrazione degli inibitori CYP3A4 ketoconazolo o eritromicina non ha prodotto effetti sulle proprietà farmacocinetiche di levocabastina per via intranasale.

La levocabastina per via intranasale non ha modificato le proprietà farmacocinetiche di loratadina.


POSOLOGIA E MODO DI SOMMINISTRAZIONE



Come si usa Levoreact 0,5 mg/ml spray nasale, sospensione flacone 10 ml

Adulti e bambini sopra i 3 anni: la dose abituale è di 2 spruzzi per narice, 2 volte al giorno.

In caso di necessità la dose può essere ripetuta fino a 3-4 volte al giorno.

Il trattamento dovrebbe essere continuato per il periodo necessario alla scomparsa dei sintomi.

Il paziente deve essere istruito a soffiare bene il naso prima dell'utilizzo di LEVOREACT spray nasale, sospensione.

  1. Poiché LEVOREACT spray nasale, sospensione è disponibile come microsospensione, il flacone deve essere agitato prima di ogni applicazione.
  2. Prima di usare il preparato per la prima volta rimuovere il tappo e premere una o due volte finché apparirà un sottile spray nell'aria per ottenere una regolare erogazione.
  3. Soffiare il naso
  4. Tenere la bottiglia come mostrato in figura. Inclinare la testa leggermente in avanti. Mantenere una narice ben chiusa e inserire l'erogatore nell'altra narice.
  5. Spruzzare due volte, mentre si respira con la stessa narice.
  6. Ripetere gli step 4 e 5 per l'altra narice.



SOVRADOSAGGIO



Cosa fare se avete preso una dose eccessiva di Levoreact 0,5 mg/ml spray nasale, sospensione flacone 10 ml

Sintomi

Non sono mai stati segnalati casi di sovradosaggio con LEVOREACT. Comunque non si può escludere il verificarsi di sedazione dopo ingestione accidentale del contenuto del flacone.

Trattamento

In caso di ingestione accidentale, avvisare il paziente di bere molti liquidi non alcolici allo scopo di accelerare l'eliminazione renale della levocabastina.


CONSERVAZIONE



Non conservare a temperatura superiore ai 25°C.


PATOLOGIE ASSOCIATE







Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     ESPERTO


Calcolo del peso ideale


Potrebbe interessarti
Cefalea
Mente e cervello
16 aprile 2018
Schede patologia
Cefalea
Epilessia. Regole di primo soccorso
Mente e cervello
10 aprile 2018
Notizie e aggiornamenti
Epilessia. Regole di primo soccorso
Alzheimer, le comunità Dementia Friendly
Mente e cervello
09 aprile 2018
Notizie e aggiornamenti
Alzheimer, le comunità Dementia Friendly
L'esperto risponde