Lidocaina Cloridrato 40 mg/ml collirio, soluzione 100 contenitori monodose 0,5 ml

Ultimo aggiornamento: 26 ottobre 2017
Farmaci - Lidocaina Cloridrato

Lidocaina Cloridrato 40 mg/ml collirio, soluzione 100 contenitori monodose 0,5 ml




INDICE SCHEDA



INFORMAZIONI GENERALI


AZIENDA

Alfa INTES Industria Terapeutica Splendore - S.r.l.

MARCHIO

Lidocaina Cloridrato

CONFEZIONE

40 mg/ml collirio, soluzione 100 contenitori monodose 0,5 ml

ALTRE CONFEZIONI DI LIDOCAINA CLORIDRATO DISPONIBILI

PRINCIPIO ATTIVO
lidocaina cloridrato

FORMA FARMACEUTICA
collirio

GRUPPO TERAPEUTICO
Anestetici locali

CLASSE
C

RICETTA
medicinale da utilizzare esclusivamente in ospedali, case di cura, cliniche specializzate e ambulatori oculistici - vietata la vendita al pubblico

SCADENZA
36 mesi

PREZZO
230,00 €


INDICAZIONI TERAPEUTICHE



A cosa serve Lidocaina Cloridrato 40 mg/ml collirio, soluzione 100 contenitori monodose 0,5 ml

In caso di necessità di anestesia di superficie oculare (estrazione di corpi estranei o medicazioni dolorose).

Tonometria.


CONTROINDICAZIONI



Quando non dev'essere usato Lidocaina Cloridrato 40 mg/ml collirio, soluzione 100 contenitori monodose 0,5 ml

Ipersensibilità al principio attivo o agli anestetici locali di tipo amidico.

Gravidanza e allattamento.

Bambini fino a 12 anni di età.


AVVERTENZE E PRECAUZIONI D'USO



Cosa serve sapere prima di prendere Lidocaina Cloridrato 40 mg/ml collirio, soluzione 100 contenitori monodose 0,5 ml

Il medicinale è per esclusivo uso oftalmico.

È necessario avere la disponibilità immediata delle attrezzature, dei farmaci e del personale idonei al trattamento di emergenza, poichè in rari casi sono state riferite, a seguito dell'uso di anestetici locali, reazioni gravi, talora ad esito infausto, anche in assenza di ipersensibilità individuale all'anamnesi.

Prima dell'uso il medico deve accertarsi dello stato delle condizioni circolatorie del soggetto da trattare; deve altresì informarsi sulle terapie in corso e su eventuali reazioni allergiche antecedenti.

È necessario, comunque, usare le dosi e le concentrazioni più basse che possano consentire di ottenere l'effetto ricercato. Il paziente deve essere mantenuto sotto accurato controllo, sospendendo immediatamente la somministrazione al primo segno di allarme (per es. modificazioni del sensorio).

L'uso ripetuto ed incontrollato di anestetici nell'occhio, può provocare lesioni della cornea con conseguente riduzione della vista.

Occorre particolare cautela nella somministrazione del medicinale in soggetti con funzionalità epatica e cardiocircolatoria alterata.

Durante il periodo dell'anestesia, l'occhio non deve essere toccato e deve essere protetto dalla polvere e da eventuali contaminazioni batteriche.

Come per tutti gli anestetici locali, il medicinale deve essere somministrato solo dal medico, unicamente al momento dell'intervento.


INTERAZIONI



Quali farmaci o principi attivi possono interagire con l'effetto di Lidocaina Cloridrato 40 mg/ml collirio, soluzione 100 contenitori monodose 0,5 ml

La cimetidina e i beta-bloccanti (come il propanololo) rallentano il catabolismo epatico degli anestetici locali; i digitalici aumentano il rischio di bradicardia e di disturbi della conduzione auricolo-vestibolare.

Lidocaina cloridrato INTES non va utilizzata insieme con sulfadiazina sodica e metoexitone sodico.


POSOLOGIA E MODO DI SOMMINISTRAZIONE



Come si usa Lidocaina Cloridrato 40 mg/ml collirio, soluzione 100 contenitori monodose 0,5 ml

Adulti e adolescenti (da 12 a 18 anni)

Instillare nell'occhio una - due gocce.


SOVRADOSAGGIO



Cosa fare se avete preso una dose eccessiva di Lidocaina Cloridrato 40 mg/ml collirio, soluzione 100 contenitori monodose 0,5 ml

A causa del raggiungimento di elevati livelli sistemici, dovuti a rapido assorbimento o a sovradosaggio, la lidocaina cloridrato può causare effetti tossici acuti.

I sintomi di sovradosaggio sono caratterizzati da manifestazioni neuroeccitatorie (tremori, convulsioni seguite da depressione, insufficienza respiratoria e coma) e da alterazioni cardiovascolari con ipotensione e bradicardia.

Il trattamento è sintomatico. Eventuali convulsioni possono essere controllate con l'uso di diazepam in dose di 10-20 mg per via endovenosa. Sono sconsigliabili invece i barbiturici, che possono accentuare la depressione bulbare.


EFFETTI INDESIDERATI



Quali sono gli effetti collaterali di Lidocaina Cloridrato 40 mg/ml collirio, soluzione 100 contenitori monodose 0,5 ml

Di seguito sono riportati gli effetti indesiderati della lidocaina cloridrato organizzati secondo la classificazione sistemica organica MedDRA. Non sono disponibili dati sufficienti per stabilire la frequenza dei singoli effetti elencati.

Patologie dell'occhio

Sensazione di bruciore, dolore, iperemia congiuntivale.

Disturbi del sistema immunitario

In seguito alla somministrazione di anestetici locali di tipo amidico (procaina, tetracaina, benzocaina, ecc.) sono raramente riportate reazioni allergiche (e nei casi più gravi shock anafilattico).

La Lidocaina collirio quando somministrata nelle modalità previste viene assorbita solo in piccole quantità con minimi effetti sistemici. Di seguito vengono comunque elencate le reazioni avverse dovute a un effetto sistemico del medicinale.

Patologie del sistema nervoso

Manifestazioni di eccitazione o di depressione associate a vertigini, sonnolenza, turbe della visione, ansietà, tremori seguiti da modificazioni dello stato di coscienza, convulsioni ed arresto respiratorio.

Patologie cardiache

Bradicardia, ipotensione, depressione miocardica fino all'arresto cardiaco.

Segnalazione delle reazioni avverse sospette

La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l'autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite l'Agenzia Italiana del Farmaco all'indirizzo www.agenziafarmaco.gov.it/it/responsabili.


CONSERVAZIONE



Non conservare a temperatura superiore ai 25°C.

Conservare nel contenitore originale per riparare il medicinale dalla luce.


PATOLOGIE ASSOCIATE







Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     ESPERTO


Calcolo del peso ideale


Potrebbe interessarti
Con l'HIV non si scherza. La campagna del Ministero della Salute
Malattie infettive
14 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Con l'HIV non si scherza. La campagna del Ministero della Salute
La salute in crociera
Malattie infettive
10 giugno 2018
Libri e pubblicazioni
La salute in crociera
Antibioticoresistenza, disponibile un nuovo farmaco
Malattie infettive
01 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Antibioticoresistenza, disponibile un nuovo farmaco
L'esperto risponde