Liotondol 2,5% gel 50 g

Ultimo aggiornamento: 01 settembre 2017
Farmaci - Liotondol

Liotondol 2,5% gel 50 g




INDICE SCHEDA




INFORMAZIONI GENERALI



AZIENDA

Sanofi S.p.A.

MARCHIO

Liotondol

CONFEZIONE

2,5% gel 50 g

PRINCIPIO ATTIVO

ketoprofene

FORMA FARMACEUTICA

gel

GRUPPO TERAPEUTICO

Analgesici FANS

CLASSE

C

RICETTA

medicinale soggetto a prescrizione medica

SCADENZA

24 mesi

PREZZO

9,00 €


INDICAZIONI TERAPEUTICHE




A cosa serve Liotondol 2,5% gel 50 g

Trattamento locale di stati dolorosi ed infiammatori di natura reumatica o traumatica delle articolazioni e dei muscoli, come in caso di contusioni, distorsioni, strappi muscolari ecc.


CONTROINDICAZIONI




Quando non dev'essere usato Liotondol 2,5% gel 50 g

Pregresse reazioni di fotosensibilizzazione.

Note reazioni di ipersensibilità, come ad es. sintomi d'asma, rinite allergica, al ketoprofene, fenofibrato, acido tiaprofenico, acido acetilsalicilico o altri FANS.

Pregressa ipersensibilità a uno degli eccipienti

Storia di allergia cutanea al ketoprofene, acido tiaprofenico, fenofibrato, filtri solari UV o profumi.

Esposizione alla luce solare, anche quando il cielo è velato, inclusa la luce UV del solarium, durante il trattamento e nelle due settimane successive alla sua interruzione.

È controindicata l'applicazione di Liotondol 2,5% gel in corrispondenza di alterazioni patologiche della pelle come eczema o acne e diferite aperte o su cute infetta.

Controindicato nel terzo trimestre di gravidanza (v. paragrafo (qui non riportato) 4.6).


AVVERTENZE E PRECAUZIONI D'USO




Cosa serve sapere prima di prendere Liotondol 2,5% gel 50 g

Lavarsi accuratamente le mani dopo ogni applicazione del prodotto.

Il gel deve essere usato con cautela in pazienti con ridotta funzionalità cardiaca, epatica o renale: sono stati riportati episodi isolati di reazioni avverse sistemiche relative ad affezioni renali.

Il trattamento deve essere sospeso immediatamente non appena si manifestino reazioni cutanee, comprese quelle che si sviluppano a seguito dell'uso concomitante di prodotti contenenti octocrilene.

Al fine di evitare rischi di fotosensibilizzazione si raccomanda di proteggere le zone trattate con indumenti, durante tutto il periodo di utilizzo del prodotto e nelle due settimane successive alla sua interruzione.

Non utilizzare bendaggi occlusivi.

Il gel non deve venire in contatto con le mucose degli occhi. Non si deve superare la durata del trattamento raccomandata a causa del rischio di sviluppo di dermatite da contatto e aumento delle reazioni di fotosensibilità nel tempo.

Pazienti con asma associata a rinite cronica, sinusite cronica e/o poliposi nasale hanno un rischio di allergia all'aspirina e/o ai FANS più alto rispetto al resto della popolazione.

La sicurezza e l'efficacia del ketoprofene in gel nei bambini non sono state stabilite.


INTERAZIONI




Quali farmaci o principi attivi possono interagire con l'effetto di Liotondol 2,5% gel 50 g

Sono improbabili interazioni poichè le concentrazioni nel siero dopo somministrazione topica sono basse.

È opportuno monitorare i pazienti in trattamento con cumarinici.


POSOLOGIA E MODO DI SOMMINISTRAZIONE




Come si usa Liotondol 2,5% gel 50 g

Applicare sulla cute 1 o2 volte al giorno, uno strato sottile di gel massaggiando delicatamente.

Non superare il numero di applicazioni indicate senza il consiglio del medico.

Dopo un breve periodo di trattamento senza risultati apprezzabili consultare il medico.


SOVRADOSAGGIO




Cosa fare se avete preso una dose eccessiva di Liotondol 2,5% gel 50 g

è improbabile un sovradosaggio per somministrazione topica. In caso di ingestione accidentale, il gel può causare effetti collaterali sistemici secondo la quantità ingerita. Tuttavia, nel caso in cui ciò avvenga, il trattamento sarà di tipo sintomatico e di supporto come nei casi di sovradosaggio di antiflogistici per uso orale.


EFFETTI INDESIDERATI




Quali sono gli effetti collaterali di Liotondol 2,5% gel 50 g

Viene utilizzata la seguente classificazione di frequenza delle CIOMS:

Molto comune (≥1/10); comune (≥1/100, <1/10); non comune (≥1/1.000, <1/100); raro (≥1/10.000, <1/1.000); molto raro (<1/10.000), non nota (la frequenza non può essere definita sulla base dei dati disponibili).

Disturbi del sistema immunitario

Non nota: shock anafilattico, angioedema, reazioni di ipersensibilità.

Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo

Non comune: Reazioni cutanee localizzate come eritema,eczema, prurito e sensazione di bruciore.

Raro: reazioni dermatologiche: fotosensibilizzazione e orticaria. Rari casi di reazioni avverse più gravi, come eczema bolloso o flittenulare, che possono estendersi oltre la zona di applicazione o divenire generalizzate.

Non nota: dermatite ed eruzioni bollose.

Patologie renali ed urinarie

Molto raro: casi di peggioramento di pregressa insufficienza renale.

Sono stati riportati anche isolati casi di reazioni avverse di tipo sistemico come disturbi renali.

Di norma, laquota di principio attivo assorbita attraverso lacute non raggiunge, in circolo, concentrazioni tali da rendere valide le avvertenze e da esporre airischi di effetti indesiderati relativi alla somministrazione del farmaco per via orale.

Segnalazione delle reazioni avverse sospette.

La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l'autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione all'indirizzo www.agenziafarmaco.gov.it/it/responsabili.


CONSERVAZIONE




Questo medicinale non richiede alcuna precauzione particolare di conservazione.






Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     ESPERTO


Calcolo del peso ideale


Potrebbe interessarti
Tutti i buoni motivi per ridere
Mente e cervello
19 gennaio 2018
Notizie
Tutti i buoni motivi per ridere
Quali trattamenti tricologici per avere capelli belli e sani
Salute femminile
18 gennaio 2018
Notizie
Quali trattamenti tricologici per avere capelli belli e sani
Paura di volare
Mente e cervello
17 gennaio 2018
Notizie
Paura di volare
L'esperto risponde