Mixotone u.est. gocce otologiche 1 fl.polvere + 1 fl. 10 ml solv.

Ultimo aggiornamento: 01 settembre 2017
Farmaci - Mixotone

Mixotone u.est. gocce otologiche 1 fl.polvere + 1 fl. 10 ml solv.




INDICE SCHEDA



INFORMAZIONI GENERALI


AZIENDA

Teofarma

MARCHIO

Mixotone

CONFEZIONE

u.est. gocce otologiche 1 fl.polvere + 1 fl. 10 ml solv.

PRINCIPIO ATTIVO
idrocortisone + polimixina B + neomicina + lidocaina

FORMA FARMACEUTICA
gocce

GRUPPO TERAPEUTICO
Corticosteroidi + antibatterici

CLASSE
C

RICETTA
medicinale soggetto a prescrizione medica

SCADENZA
36 mesi

PREZZO
8,65 €


INDICAZIONI TERAPEUTICHE



A cosa serve Mixotone u.est. gocce otologiche 1 fl.polvere + 1 fl. 10 ml solv.

Trattamento delle infezioni batteriche superficiali del canale uditivo esterno sensibili alla neomicina/polimixina ed accompagnate da evidente reazione infiammatoria.




CONTROINDICAZIONI



Quando non dev'essere usato Mixotone u.est. gocce otologiche 1 fl.polvere + 1 fl. 10 ml solv.

Ipersensibilità nota verso i componenti; tubercolosi, varicella, herpes simplex ed altre malattie micotiche e virali della cute da trattare.




AVVERTENZE E PRECAUZIONI D'USO



Cosa serve sapere prima di prendere Mixotone u.est. gocce otologiche 1 fl.polvere + 1 fl. 10 ml solv.

I cortisonici applicati localmente possono ridurre le resistenze cutanee verso batteri, virus e miceti e mascherare una reazione di ipersensibilità verso la neomicina. Se il trattamento antibiotico concomitante è inappropriato, per l'effetto antiflogistico degli steroidi si può verificare un miglioramento solo apparente della situazione clinica.

Pertanto, se le infezioni non rispondono prontamente ed effettivamente al trattamento combinato, questo dovrà essere sospeso e l'infezione curata adeguatamente con altri provvedimenti. È comunque necessario non superare una settimana di terapia passando poi al componente ritenuto necessario.

L'uso prolungato o ripetuto di prodotti per uso topico può dare origine a fenomeni di sensibilizzazione o sviluppo di infezioni batteriche o micotiche non sensibili alla neomicina/polimixina.

Il prodotto non è per uso oftalmico.

L'uso eccessivo del prodotto, come in caso di terapie prolungate oltre il limite di una settimana, può determinare fenomeni generali di assorbimento sistemico (Sindrome di Cushing, inibizione dell'asse ipofisi-surrene, oto-nefrotossicità da neomicina), specialmente in soggetti con insufficienza renale o trattati contemporaneamente con altri farmaci lesivi per l'orecchio e il rene.

Il prodotto contiene sodio metabisolfito; tale sostanza può provocare in soggetti sensibili e particolarmente negli asmatici reazioni di tipo allergico ed attacchi asmatici gravi.

Tenere fuori dalla portata dei bambini.




INTERAZIONI



Quali farmaci o principi attivi possono interagire con l'effetto di Mixotone u.est. gocce otologiche 1 fl.polvere + 1 fl. 10 ml solv.

È possibile ipersensibilità crociata verso altri antibiotici aminoglucosidici.




POSOLOGIA E MODO DI SOMMINISTRAZIONE



Come si usa Mixotone u.est. gocce otologiche 1 fl.polvere + 1 fl. 10 ml solv.

Instillare 3 -4 gocce al giorno nel canale auricolare.

Non superare la settimana di trattamento.




SOVRADOSAGGIO



Cosa fare se avete preso una dose eccessiva di Mixotone u.est. gocce otologiche 1 fl.polvere + 1 fl. 10 ml solv.

L'uso eccessivo del prodotto, come in caso di trattamento di zone estese o per terapie prolungate oltre il limite indicato, può determinare fenomeni generali di assorbimento sistemico come sindrome di Cushing, inibizione dell'asse ipofisi-surrenale, otonefrotossicità da neomicina.




EFFETTI INDESIDERATI



Quali sono gli effetti collaterali di Mixotone u.est. gocce otologiche 1 fl.polvere + 1 fl. 10 ml solv.

In rari casi è possibile, a carico del condotto uditivo, la comparsa di reazioni locali da ipersensibilità come iperemia, edema, prurito e desquamazione: per trattamenti protratti oltre il limite indicato è possibile la comparsa di atrofia cutanea, ipertricosi, eruzioni acneiformi, fragilità capillare, porpora, che regrediscono rapidamente dopo la sospensione del trattamento.

Gli effetti collaterali sistemici sono estremamente improbabili a causa delle basse dosi consigliate; la loro comparsa tuttavia può tuttavia essere favorita da trattamenti condotti per periodi di tempo prolungati: in tal caso, i corticosteroidi possono indurre astenia, adinamia, ipopotassiemia, alcalosi metabolica, ipertensione arteriosa, turbe del ritmo cardiaco, iperglicemia.




CONSERVAZIONE



Dopo aver preparato la soluzione, questa va conservata in frigorifero od in un luogo fresco, lontano dalla luce.








Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     ESPERTO


Calcolo del peso ideale


Ultimi articoli
L'esperto risponde