Nicorette 10 mg soluzione per inalazione 42 unità con bocchino

Ultimo aggiornamento: 02 novembre 2017
Farmaci - Nicorette

Nicorette 10 mg soluzione per inalazione 42 unità con bocchino




INDICE SCHEDA



INFORMAZIONI GENERALI


AZIENDA

Johnson & Johnson S.p.A.

MARCHIO

Nicorette

CONFEZIONE

10 mg soluzione per inalazione 42 unità con bocchino

ALTRE CONFEZIONI DI NICORETTE DISPONIBILI

PRINCIPIO ATTIVO
nicotina

FORMA FARMACEUTICA
soluzione

GRUPPO TERAPEUTICO
Disassuefanti

CLASSE
C

RICETTA
medicinale di automedicazione

SCADENZA
36 mesi

PREZZO
DISCR.


INDICAZIONI TERAPEUTICHE



A cosa serve Nicorette 10 mg soluzione per inalazione 42 unità con bocchino

Trattamento per la disassuefazione dal tabagismo. Allevia i sintomi di astinenza. Aiutaa ridurre la dipendenza dal fumo e, di conseguenza, ilnumero delle sigarette fumate.


CONTROINDICAZIONI



Quando non dev'essere usato Nicorette 10 mg soluzione per inalazione 42 unità con bocchino

Ipersensibilità alla nicotina o ad uno qualsiasi degli eccipienti, elencati al paragrafo (qui non riportato) 6.1

NICORETTE non va somministrato nei seguenti casi:

  • infarto miocardico recente (entro 3 mesi);
  • angina pectoris instabile o aggravata;
  • angina di Prinzmetal;
  • aritimia cardiaca grave;
  • ictus acuto;
  • bambini e adolescenti con meno di 18 anni;
  • gravidanza ed allattamento ;
  • soggetti non fumatori.



AVVERTENZE E PRECAUZIONI D'USO



Cosa serve sapere prima di prendere Nicorette 10 mg soluzione per inalazione 42 unità con bocchino

La somministrazione di nicotina deve essere temporaneamente interrotta se si presenta qualsiasi sintomo di sovradosaggio . Se i sintomi da sovradosaggio di nicotina persistono, l'assunzione di nicotina deve essere diminuita sia per la frequenza di somministrazione che per l'abbassamento del dosaggio.

Quando si inizia il trattamento il paziente deve smettere immediatamente di fumare.

È importante che la terapia sia supportata da altre attività per facilitare la sospensione del fumo.

I pazienti che continuano a fumare nonostante la terapia con NICORETTE potrebbero manifestare effetti collaterali dovuti a concentrazioni di nicotina più elevate di quelle assunte con il solo farmaco .

È necessaria una valutazione del rapporto rischio-beneficio da parte di un medico competente per i pazienti con le seguenti condizioni:

  • moderata e grave insufficienza epatica e/o insufficienza renale grave. Usare con cautela in tali pazienti poichè la clearance della nicotina o dei suoi metaboliti può essere ridotta con un potenziale aumento degli effetti avversi;
  • patologie renali e dialisi. Usare con cautela in tali pazienti fumatori e sottoposti ad emodialisi poichè sono stati osservati livelli elevati di nicotina.
  • esofagite e/o ulcere gastriche o peptiche.Usare con cautela in tali pazienti poichè la nicotina può peggiorare i sintomi di queste condizioni;
  • malattie cardiovascolari gravi (es. arteriopatie occlusive periferiche, affezioni cerebrovascolari, insufficienza cardiaca), vasospasmi ed ipertensione incontrollata o malattie vascolari periferiche.Tali pazienti devono essere incoraggiati a smettere di fumare con interventi non-farmacologici (come la consulenza); se ciò non è sufficiente, NICORETTE può essere preso in considerazione. Poiché i dati sulla sicurezza in questo gruppo di pazienti sono limitati, il trattamento dovrebbe essere iniziato solo con cautela;
  • ipertiroidismo incontrollato o feocromocitoma.Usare con cautela in tali pazienti poichè la nicotina causa il rilascio delle catecolamine;
  • diabete mellito. Tali pazienti devono essere avvisati di monitorare i livelli di zucchero nel sangue più frequentemente del solito poichè, quando si smette di fumare e viene iniziata la terapia sostitutiva a base di nicotina (NRT), il rilascio di catecolamine indotto dalla nicotina è ridotto e ciò può influenzare il metabolismo dei carboidrati.
  • malattie croniche della gola e broncospasmo. Usare con cautela NICORETTE in tali pazienti.
La sospensione del fumo, con o senza sostituti della nicotina, puo' alterare la farmacocinetica di alcuni farmaci somministrati in concomitanza .

Popolazione pediatrica

Se un bambino ingerisce, mastica o aspira la cartuccia di nicotina (sia usata che inutilizzata) vi è il rischio di avvelenamento .


INTERAZIONI



Quali farmaci o principi attivi possono interagire con l'effetto di Nicorette 10 mg soluzione per inalazione 42 unità con bocchino

Non sono state definitivamente stabilite interazioni clinicamente rilevanti tra la terapia sostitutiva a base di nicotina e altri medicinali.

Tuttavia la nicotina può potenzialmente aumentare gli effetti emodinamici dell'adenosina, come per esempio aumento della pressione arteriosa, della frequenza cardiaca e anche incremento della risposta al dolore (come dolore al petto, angina pectoris) provocato dalla somministrazione di adenosina.

  • acetominofene, caffeina, imipramina, oxazepam, pentazocina, propranololo, teofillina, a causa dell'inibizione di enzimi epatici;
  • insulina, per aumento dell'assorbimento subcutaneo di insulina;
  • antagonisti adrenergici (prazosin, labetalolo) ed agonisti adrenergici(isoprenalina, fenilefrina), a causa della diminuzione della circolazione di catecolamine causato dalla sospensione del fumo.
In tali casi potrebbe essere necessario una diminuzione della dose alla sospensione del fumo.


POSOLOGIA E MODO DI SOMMINISTRAZIONE



Come si usa Nicorette 10 mg soluzione per inalazione 42 unità con bocchino

Posologia

Adulti ed anziani

La dose è ad libitum, cioè da definirsi su base individuale, a seconda della necessità che il paziente ha di ridurre i sintomi da a stinenza associati alla sospensione del fumo.

NICORETTEdeve essere usato quando il paziente sente l'esigenza di fumare una sigaretta o quando compaiono altri sintomi da astinenza.

NICORETTE 10 mg soluzione per inalazione

Per controllare efficientemente i sintomi di astinenza associati all'interruzione del fumo, da non meno di 6 contenitori al giorno a non più di 12 contenitori al giorno.

NICORETTE 15 mg soluzione per inalazione

Per controllare efficientemente i sintomi di astinenza associati all'interruzione del fumo, da non meno di 3 contenitori al giorno a non più di 6 contenitori al giorno.

NICORETTE dovrebbe essere usato come una sigaretta in modo da mimare la gestualità legata all'abitudine di fumare.

Studi provano che differenti tecniche di inalazione danno effetti simili, inalazione profonda (modo del fumatore di sigarette) o un'aspirazione poco profonda (modo del fumatore di pipa). La quantità di nicotina che si libera da una aspirazione è inferiore di quella proveniente dal fumo di sigaretta.

Se il sollievo dalla voglia non è sufficiente, aumentare la frequenza e/o le dimensioni delle boccate.

Ogni cartuccia da 10 mg sostituisce circa 3-4 sigarette.

Ogni cartuccia da 15 mg sostituisce circa 7-8 sigarette.

Il numero, la frequenza, il tempo di inalazione/aspirazione e la tecnica variano individualmente.

La quantità di nicotina liberata da NICORETTEpuò essere diminuita in un ambiente freddo. Perciò nondovrebbe essere usata al di sotto dei 15°C.

La durata consigliata del trattamento è di 3 mesi. Dopo tale periodo si dovrà gradualmente ridurre la dose giornaliera nel corso delle successive 6-8 settimane.

Il medicinale non deve essere usato per più di 6 mesi.

Popolazione pediatrica

La sicurezza e l'efficacia nei bambini e negli adolescenti con meno di 18 anni di età non è stata ancora stabilita.

Modo di somministrazione

Via inalatoria.


SOVRADOSAGGIO



Cosa fare se avete preso una dose eccessiva di Nicorette 10 mg soluzione per inalazione 42 unità con bocchino

Se il paziente presenta una nicotino-dipendenza molto bassa o usa altre forme di nicotina in concomitanza al trattamento, si può verificare un sovradosaggio da nicotina. Le concentrazioni plasmatiche massime di nicotina ottenute a seguito di inalazione forzata erano comprese nell'intervallo riscontrato nei fumatori.

Sintomi

I sintomi da sovradosaggio sono quelli da avvelenamento acuto da nicotina e includono nausea, vomito,salivazione aumentata, dolori addominali, diarrea, sudore, mal di testa, vertigini, disturbi dell'udito e marcata debolezza. Ad alte dosi , questi sintomi possono essere seguiti da: ipotensione, polso debole e irregolare, difficoltà di respirazione, prostrazione, collasso circolatorio e convulsioni generalizzate in fase terminale.

Dosi di nicotina tollerate dai fumatori adulti durante il trattamento possono provocare gravi sintomi di avvelenamento nei bambini e possono essere fatali. Un avvelenamento sospetto da nicotina in un bambino deve essere considerato un'emergenza medica e trattato immediatamente.

Trattamento

Sospendere immediatamente l'assunzione di nicotina e trattare il paziente in base ai sintomi che manifesta. Se necessario istituire la respirazione artificiale con ossigeno.

Se viene assunta una quantità eccessiva di nicotina, il carbone attivo riduce l'assorbimento gastrointestinale di nicotina.


CONSERVAZIONE



Conservare a temperatura non superiore a 25°C.






Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     ESPERTO


Calcolo del peso ideale


Ultimi articoli
I piselli freschi, a metà tra legumi e verdura
22 aprile 2018
Notizie e aggiornamenti
I piselli freschi, a metà tra legumi e verdura
Zenzero: le controindicazioni
19 aprile 2018
Notizie e aggiornamenti
Zenzero: le controindicazioni
L'esperto risponde