Nutragent 0,05% crema tubo da 15 g

Ultimo aggiornamento: 02 dicembre 2017
Farmaci - Nutragent

Nutragent 0,05% crema tubo da 15 g




INDICE SCHEDA




INFORMAZIONI GENERALI



AZIENDA

Galderma Italia S.p.A.

MARCHIO

Nutragent

CONFEZIONE

0,05% crema tubo da 15 g

PRINCIPIO ATTIVO

desonide

FORMA FARMACEUTICA

crema

GRUPPO TERAPEUTICO

Corticosteroidi

CLASSE

C

RICETTA

medicinale di automedicazione

SCADENZA

24 mesi

PREZZO

DISCR.


INDICAZIONI TERAPEUTICHE




A cosa serve Nutragent 0,05% crema tubo da 15 g

Trattamento sintomatico di zone circoscritte della pelle irritate, infiammate, arrossate e pruriginose, associate ad eczemi di varia natura, dermatiti lievi e eritemi.


CONTROINDICAZIONI




Quando non dev'essere usato Nutragent 0,05% crema tubo da 15 g

Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti elencati al paragrafo (qui non riportato) 6.1.

Le seguenti patologie non devono essere trattate con Nutragent:

  • Affezioni di origine batterica (ad es. Tubercolosi cutanea), virale (ad es. varicella, herpes simplex) ed altre malattie micotiche (ad es. candida, tinea).
  • Rosacea
  • Acne vulgaris.
  • Dermatite periorale.
  • Ulcere cutanee.
Dermatosi nei bambini di età inferiore a 1 anno incluse le dermatiti e le eruzioni da pannolino poichè il pannolino può fungere da bendaggio occlusivo.

La terapia con bendaggio occlusivo è controindicata nelle lesioni essudative.

Il prodotto non è per uso oftalmico. Evitare accuratamente che il prodotto venga a contatto con l'occhio, ove potrebbe determinare l'insorgenza di glaucoma.


AVVERTENZE E PRECAUZIONI D'USO




Cosa serve sapere prima di prendere Nutragent 0,05% crema tubo da 15 g

All'utilizzo di corticosteroidi moderatamente attivi applicati sul viso è associato il rischio di dermatite cortico-indotta che può dare origine a fenomeni paradossi di ricadute da rebound al momento dell'interruzione del trattamento. È pertanto necessario evitare l'uso prolungato, nel caso ciò dovesse accadere interrompere gradualmente il trattamento stesso.

L'utilizzo topico su ampie superfici cutanee o l'applicazione con bendaggio occlusivo possono dare luogo, a causa dell'assorbimento sistemico dei corticosteroidi, a fenomeni di tossicità sistemica analoghi a quelli che possono indurre i corticosteroidi somministrati per via sistemica, in particolar modo nei neonati e nei bambini. I bambini hanno una barriera cutanea immatura e un rapporto fra l'area superficiale e il peso corporeo maggiore rispetto agli adulti, pertanto possono assorbire, in proporzione, maggiori quantità di corticosteroidi topici. Inoltre il pannolino può fungere da bendaggio occlusivo. Questi fenomeni consistono nella sindrome di Cushing o nel ritardo della crescita. Tali effetti scompaiono con l'interruzione del trattamento che deve avvenire in maniera graduale per il rischio di sviluppare insufficienza surrenalica acuta.

Il trattamento di eczemi e dermatiti, sia in adulti che in bambini, richiede generalmente un controllo medico.

L'uso ripetuto del prodotto può dare origine a fenomeni di sensibilizzazione; se dovessero manifestarsene, interrompere il trattamento.

Evitare il contatto con occhi, palpebre, labbra, bocca e la parte interna del naso.

In caso di superinfezione batterica o fungina di una dermatosi rispondente ai corticosteroidi, utilizzare un trattamento specifico prima del trattamento corticosteroideo.

Popolazione pediatrica

È molto più probabile che i bambini sviluppino effetti indesiderati locali e sistemici tipici dei corticosteroidi topici e in generale richiedono trattamenti più brevi e con corticosteroidi meno potenti rispetto agli adulti.

Nutragent deve essere usato con cautela nei pazienti in età pediatrica per assicurare l'applicazione della quantità minima di medicinale che dia un beneficio terapeutico.

Nutragent crema contiene acido sorbico. Può causare reazioni cutanee locali (ad es. dermatiti da contatto).

Nutragent crema contiene glicole propilenico. Può causare irritazione cutanea.


INTERAZIONI




Quali farmaci o principi attivi possono interagire con l'effetto di Nutragent 0,05% crema tubo da 15 g

Non vi sono interazioni note con altri medicamenti utilizzati topicamente e contemporaneamente a Nutragent.

Evitare l‘uso contemporaneo di altri corticosteroidi.

Con l'applicazione topica estesa di corticosteroidi simili alla desonide su cute normale solo minimi quantitativi del farmaco raggiungono il derma e di conseguenza la circolazione sistemica; perciò le interazioni con i farmaci sistemici sono improbabili.


POSOLOGIA E MODO DI SOMMINISTRAZIONE




Come si usa Nutragent 0,05% crema tubo da 15 g

Applicare Nutragent, in piccole quantità, limitatamente all'area affetta, 1 o 2 volte al giorno, a seconda della necessità.

La durata raccomandata del trattamento è di 14 giorni e non deve essere superata.

Se i sintomi si risolvono entro 7 giorni, il trattamento deve essere sospeso.

Se entro 7 giorni i sintomi non migliorano o peggiorano, il trattamento deve essere sospeso e il paziente deve rivolgersi al proprio medico.


SOVRADOSAGGIO




Cosa fare se avete preso una dose eccessiva di Nutragent 0,05% crema tubo da 15 g

In caso di sovradosaggio si può verificare un peggioramento degli effetti indesiderati sopra descritti.


EFFETTI INDESIDERATI




Quali sono gli effetti collaterali di Nutragent 0,05% crema tubo da 15 g

L'applicazione prolungata in quantità elevate del prodotto o il trattamento di ampie superfici corporee può provocare un assorbimento sistemico tale da produrre alterazioni da ipercorticalismo.

Trattamenti prolungati ed intensi anche con preparazioni di corticosteroidi moderatamente attivi possono provocare lesioni atrofiche a livello cutaneo, telangectasia (in special modo sul viso) strie atrofiche, (soprattutto alla radice degli arti e più facilmente negli adolescenti) porpora ecchimotica secondaria all'atrofia, fragilità cutanea.

L'applicazione di corticosteroidi sul viso può dare origine a dermatite peri-orale o a un peggioramento della rosacea.

Si possono inoltre osservare: ritardo nella cicatrizzazione delle ferite, comparsa di ulcere da decubito o ulcere agli arti inferiori.

Rischio di tossicità sistemica

Sono stati riportati casi di rash acneiforme o pustoloso, ipertricosi e depigmentazione cutanea.

Infezioni secondarie, soprattutto in presenza di bendaggio occlusivo o nelle pieghe cutanee e dermatiti allergiche da contatto sono state segnalate a seguito di somministrazione topica di corticosteroidi.

Le seguenti reazioni avverse sono state riportate durante l'esperienza post-marketing (frequenza non nota: la frequenza non può essere definita sulla base dei dati disponibili ): eritema, dermatite da contatto (dermatiteallergica da contatto), prurito, rash, sensazione di bruciore della pelle, infezione della pelle.

Il prodotto è di norma ben tollerato, ma se si dovessero manifestare segni d'ipersensibilità, l'applicazione deve essere sospesa immediatamente.

Segnalazione delle reazioni avverse sospette

La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l'autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione all'indirizzo www.aifa.gov.it/content/segnalazioni-reazioni-avverse.


CONSERVAZIONE




Conservare a temperatura non superiore ai 25°C.

Un eventuale ingiallimento della crema non compromette la sicurezza e l'efficacia del medicinale.


PATOLOGIE ASSOCIATE








Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     ESPERTO


Calcolo del peso ideale


Potrebbe interessarti
Impariamo a conoscere la pelle grassa
Pelle
15 gennaio 2018
Notizie
Impariamo a conoscere la pelle grassa
I perché della pelle secca
Pelle
12 gennaio 2018
Notizie
I perché della pelle secca
I segreti per il benessere della pelle
Pelle
10 gennaio 2018
Notizie
I segreti per il benessere della pelle
L'esperto risponde