Clafoutis di ciliegie in versione light

10 giugno 2015
Dolci

Clafoutis di ciliegie in versione light





Questo è uno dei miei dolci preferiti. In Francia si è cominciato a realizzarlo già nell'ottocento e ne esistono addirittura rare versioni con la verdura. Di per sé è un dessert leggero, privo di lievito e di grassi. Se poi si sostituisce lo zucchero della pastella con la relativa dose di stevia - un dolcificante naturale, tratto da una pianta e non chimico - questa torta golosa risulterà ancora più leggero!
Tanto per cominciare le rosse, dolci e bellissime ciliegie sono un frutto dietetico per eccellenza, con le loro 38 calorie ogni 100 grammi, in quanto ricco di acqua (all'80 per cento), fibre e pochi e "buoni" zuccheri. Le ciliegie poi regalano un prezioso senso di sazietà in chi è a dieta. Diuretiche, dissetanti e lievemente lassative, sono ricche di vitamine A, C e K; quest'ultima, in particolare, è determinante per il benessere del sistema circolatorio, che dal consumo di ciliegie trae benefici ormai dimostrati scientificamente.
Il loro patrimonio nutrizionale in fatto di sali minerali è rilevante: dal magnesio al fosforo, dal potassio al calcio e ferro. In più, così rosse e invitanti, le ciliegie sono una miniera di flavonoidi, le famose sostanze antiossidanti capaci di combattere i radicali liberi e fermare il processo di invecchiamento dei tessuti e delle cellule.
Grazie anche alle proprietà depurative e disintossicanti - dovute al felice mix di vitamine e flavonoidi - le ciliegie stimolano la formazione di collagene, che è un elemento importantissimo per la tonicità e giovinezza della pelle. Secondo un recente studio condotto dall'Università del Texas, una particolare varietà di ciliegie - che però cresce solo in Nuova Zelanda - sarebbe un concentrato di melatonina, la sostanza prodotta anche dal nostro organismo che ha il compito di regolare il ciclo sonno-veglia.



INGREDIENTI

500 g di ciliegie
3 uova
90 g di farina
27 g di stevia in polvere (corrispondente a 100 gr zucchero di canna)
30 g di zucchero di canna per il fondo della teglia
200 ml di latte
2 cucchiai di brandy
1 bustina di vanillina
1 pizzico di sale

PREPARAZIONE

1. Lava le ciliegie, asciugale, togli loro il gambo e il nocciolo e tieni da parte. Anziché ungere una teglia, ricoprila di carta da forno bagnata e strizzata e cospargila con lo zucchero di canna. Versaci le ciliegie, distribuendole uniformemente e tieni da parte.



2. In una ciotola rompi le uova e sbattile con la stevia in polvere fino a ottenere un composto spumoso e piuttosto voluminoso (per questo aiutati con le fruste elettriche). Aggiungi al composto la vanillina, il pizzico di sale e la farina setacciata. Mescola e poi aggiungi a filo il latte e il brandy.

3. Versa la pastella ottenuta sulle ciliegie in teglia. Inforna a 180 gradi per circa 40 minuti, finché la torta diventerà soffice e dorata.

«Le ciliegie, prezioso frutto antiritenzione, ricco di flavonoidi, sono anche decisamente dietetiche, in quanto contengono il levulosio, uno zucchero ben tollerato perfino da chi soffre di diabete. E poi contengono acido malico, che favorisce la digestione degli zuccheri e protegge il fegato».

* Prof.ssa Evelina Flachi, specialista in Scienza dell'alimentazione-Nutrizionista
Collabora con La Prova del cuoco, Raiuno, ed è Presidente della Fondazione Italiana per l'Educazione Alimentare



Le ciliegie fano bene al cuore e alle arterie. In base a esperimenti condotti da un'università del Michigan (Usa), infatti, il loro regolare consumo ridurrebbe di molto la percentuale di colesterolo nel nostro organismo, grazie alla notevole presenza e a un mix particolarmente felice di sostanze antiossidanti.


A cura di Gloria Brolatti,
giornalista e food blogger
www.emoticibo.com



Vedi ricette della categoria Dolci (30)

Guida agli alimenti
Scopri le calorie e i valori energetici e nutrizionali degli alimenti


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Patologie


Calcolo del peso ideale


Potrebbe interessarti
Integrazione home made per l'attività fisica ricreativa
Alimentazione
20 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Integrazione home made per l'attività fisica ricreativa
Lo sgarro nella dieta: l’importanza di prendersi della libertà
Alimentazione
17 giugno 2018
Libri e pubblicazioni
Lo sgarro nella dieta: l’importanza di prendersi della libertà
Con la rucola, dai un calcio all’osteoporosi
Alimentazione
16 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Con la rucola, dai un calcio all’osteoporosi
L'esperto risponde