Filettini di maiale ai frutti rossi

18 settembre 2015
Carne

Filettini di maiale ai frutti rossi





I frutti di bosco di solito si consumano da soli oppure si utilizzano per realizzare golosi dolci e dessert. Questa settimana li ho scelti per creare un secondo piatto, a base di magrissimo filetto di maiale. Il connubio è davvero gustoso, molto nordico ma sorprendentemente fresco e gradevole.
Adesso, però, vediamo perché sono tanto preziosi per il nostro benessere.
Oltre a contenere minerali e vitamine, in particolare la A e la C, che purtroppo in cottura - come è noto - si disperde, questi piccoli frutti sono un concentrato di polifenoli, sostanze naturali capaci di proteggere dall'attacco dei radicali liberi le molecole di "scarto" ritenute le principali responsabili dell'invecchiamento precoce delle cellule.
Il nostro organismo è dotato di naturali meccanismi di difesa contro i radicali liberi, ma diversi fattori "ambientali", quali l'esposizione al sole, l'abuso di farmaci, un'alimentazione povera di frutta e di verdura, possono favorirne l'accumulo: ne deriva così uno stress ossidativo che il consumo di frutti rossi può aiutare a contenere.
Fragole, more, lamponi, mirtilli, ribes rosso e ribes nero, grazie alla presenza di zuccheri semplici, a un contenuto proteico quasi assente, a una notevole quantità di fibre e alla presenza di acidi organici che conferiscono il sapore acidulo, ci regalano qualità nutrizionali davvero importanti.
Eccoli, uno per uno.
I mirtilli, sono ricchissimi di antociani - pigmenti dalle spiccate funzioni terapeutiche in quanto potenti antiossidanti - e sali minerali, fanno bene alla vista e possiedono virtù astringenti. Inoltre sono giustamente noti per contrastare e prevenire i disturbi circolatori.
Le more possiedono proprietà astringenti e depurative e sono molto ricche di vitamine.
I lamponi contengono pochissimi zuccheri, tante vitamine A e C e minerali quali calcio, ferro e fosforo. Sono diuretici e disintossicanti.
I ribes, oltre alle vitamine A e C, contengono potassio, utile per attenuare i crampi e mantenere in salute i muscoli e sono particolarmente diuretici.
Coloratissimi, i frutti di bosco - detti anche frutti rossi grazie all'elevato contenuto di antocianine - sono molto delicati e facilmente deperibili. In genere, è preferibile consumarli subito o conservarli in frigo non oltre un paio di giorni.



INGREDIENTI

filetto di maiale intero (di solito pesa circa 500/600 g; se è più piccolo, ce ne vogliono 2)
2 cipolle rosse di Tropea
4 cucchiai di olio extravergine d'oliva
1 rametto di rosmarino
1 spicchio di aglio
1 rametto di mentuccia
1 tazza di frutti rossi misti, di stagione: mirtilli, ribes, lamponi
Sale e pepe quanto basta

PREPARAZIONE

1. Due ore prima di cuocere il piatto, lava e asciuga il filetto, e mettilo a marinare in un piatto con il rosmarino, l'aglio spezzettato grossolanamente, qualche foglia di mentuccia e 2 cucchiai di olio. Copri con pellicola e riponi in frigorifero.

2. Al momento, monda e trita grossolanamente le cipolle e falle andare in una padella antiaderente, appena unta di olio, a fuoco bassissimo, aggiungendo via via poca acqua se necessario, finché le cipolle formano quasi una crema glassata. Aggiungi sale e pepe, e spegni. Nel frattempo, estrai il filetto dalla marinata e taglialo a fette alte circa 1 cm.
In una padella che possa contenere tutti i filetti, versa il restante olio: quando è ben calda, disponici i filetti avendo cura di rosolarli da entrambi i lati, fino a formare una crosticina (bastano pochi minuti, dentro devono restare rosa). Aggiungi sale e pepe e tieni da parte.



2. Lava e asciuga i frutti di bosco, tamponandoli con carta da cucina. Riaccendi il fuoco sotto la padella della cipolla e quando è ben calda versaci i filetti di maiale, rigirali, cuoci un paio di minuti e poi aggiungi i frutti di bosco, aggiustando di sale e pepe. Fai andare dolcemente il tutto ancora per un paio di minuti, poi spegni, impiatta e servi ben caldo.

«I frutti di bosco: innanzitutto, è bene precisare che tutti gli appartenenti a questo gruppo di alimenti sono caratterizzati da un contenuto calorico modesto e quindi sono amici della linea. Poi mi piace sottolineare la loro potente funzione vasoprotettiva. Anche perché, quando la circolazione funziona, è più facile contrastare i ristagni di liquidi, e dunque la cellulite, a tutto vantaggio della linea».

* Prof.ssa Evelina Flachi, specialista in Scienza dell'alimentazione-Nutrizionista
Collabora con La Prova del cuoco, Raiuno, ed è Presidente della Fondazione Italiana per l'Educazione Alimentare

Anche l'uva spina, di colore giallastro, con gli acini ricoperti da una caratteristica peluria, fa parte di diritto dei frutti di bosco. Come i cosiddetti frutti rossi, vanta notevoli proprietà antiossidanti e, secondo alcuni studi, pare che il suo consumo aiuti a rinforzare i capelli.

A cura di Gloria Brolatti,
giornalista e food blogger
www.emoticibo.com


Vedi ricette della categoria Carne (19)

Guida agli alimenti
Scopri le calorie e i valori energetici e nutrizionali degli alimenti


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Patologie


Calcolo del peso ideale


Potrebbe interessarti
Integrazione home made per l'attività fisica ricreativa
Alimentazione
20 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Integrazione home made per l'attività fisica ricreativa
Lo sgarro nella dieta: l’importanza di prendersi della libertà
Alimentazione
17 giugno 2018
Libri e pubblicazioni
Lo sgarro nella dieta: l’importanza di prendersi della libertà
Con la rucola, dai un calcio all’osteoporosi
Alimentazione
16 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Con la rucola, dai un calcio all’osteoporosi
L'esperto risponde