Tagliatelle al cacao in sugo bianco

30 gennaio 2017
Primi

Tagliatelle al cacao in sugo bianco



Tagliatelle al cacao in sugo bianco


Un primo inedito e gustoso? Le tagliatelle al cacao - con un occhio ai condimenti che devono essere sì saporiti per contrastare il gusto rotondo della pasta al cioccolato, ma non troppo ricchi né grassi - sono una buona soluzione per i pranzi di festa. E il cacao in versione salata è la tendenza culinaria del momento, con parecchi vantaggi anche dal punto di vista nutrizionale, messi in risalto da nuove e importanti recenti ricerche.

Ingredienti per 4 persone

Ingredienti


Per la sfoglia:
  • 230 g di farina 00
  • 70 g di cacao in polvere
  • 3 uova
  • 1 pizzico di sale
Per condire:
  • 200 g di salsiccia fresca di maiale, a nastro
  • 4 cucchiai di parmigiano reggiano grattugiato
  • 40 g di burro
  • 4 cucchiai di panna liquida fresca

Come devi fare

  1. Mescola farina e cacao.
  2. Versa a fontana e dentro rompi le uova.
  3. Aggiungi un pizzico di sale.
  4. Sbatti piano piano con una forchetta fino a inglobare le uova con le farine e poi passa a impastare con le mani: devo ottenere un composto liscio e omogeneo, che avvolgerai in pellicola da cucina. Lascia riposare mezz'ora.
  5. Nel frattempo, pela la salsiccia e sbriciolala con le mani.
  6. Prendi una padella di ferro, mettila sul fuoco: quando è rovente versaci la salsiccia e rosolala bene, facendola sgrassare (eventualmente butta il grasso che si forma), fino a ottenere dei ciccioli di salsiccia croccanti e asciutti. Spegni e tieni in caldo.
  7. Con l'apposita macchinetta, o con il matterello, fai una sfoglia sottile con la pasta. Arrotola la sfoglia e taglia col coltello a distanza regolare di mezzo centimetro.
  8. Sciogli le tagliatelle su un panno pulito e fai asciugare un poco (eventualmente infarina per non far attaccare le tagliatelle).
    Porta a bollore una pentola d'acqua, sala e versa le tagliatelle che essendo fresche cuoceranno in pochi minuti.
  9. Nel frattempo, in un pentolino sul fuoco sciogli il burro, versa il parmigiano e la panna e prepara la fondutina.
  10. Scola le tagliatelle e irrorale con la fonduta di parmigiano e panna, versa anche i ciccioli di salsiccia e mescola delicatamente. Servi le tagliatelle caldissime.

I must del cacao

Che il cacao sia un potente antidepressivo e antiossidante è cosa nota. Ma su quest'ultimo aspetto ecco arrivare confortanti novità. Ricco com'è di polifenoli, sostanze che hanno il compito di bloccare l'attivazione delle cellule nei processi infiammatori, il cacao è al tempo stesso, in grado di contrastare l'aggregazione delle piastrine nel sangue, diminuendo il rischio di infarto.

Lo sostiene uno studio riportato sull'American Journal of Clinical Nutrition. Dunque, il consiglio è consumare regolarmente cacao come un anticoagulante naturale, con benefici evidenti per la salute del cuore e del sistema cardiocircolatorio in generale.

I benefici tra l'altro non si limiterebbero all'apparato cardiovascolare perché il consumo di cacao avrebbe effetti importanti e dimostrati anche contro l'insorgenza dei tumori. Il tutto grazie agli antiossidanti che contiene e che sarebbero addirittura più potenti di frutta e verdura fresche, consumate regolarmente ogni giorno nelle quantità indicate dall'Organizzazione mondiale della sanità. Il cioccolato dev'essere fondente, però, o sotto forma di cacao: perché solo nel cioccolato amaro si trova l'epicatechina, un flavonoide molto potente a cui si deve il caratteristico sapore amaro che fa tanto bene. E che vengono assorbiti interamente e intatti dal sangue, portando così reali benefici al nostro organismo. In pratica, non c'è dispersione alcuna di questi preziosi nutrienti.

Ma non solo. Studi ancor più recenti, condotti dagli esperti dell'European Dermatology London, dimostrano che il consumo di cacao e cioccolato fondente, cioè nero, grazie alla quantità di antiossidanti che contiene, protegge l'epidermide dai rischi di raggi Uv e da conseguenze gravi come il melanoma.

Meglio ancora del cioccolato, che contiene grassi quali il burro di cacao, è la polvere di cacao (utilizzata per questa ricetta, in particolare): dalla polvere di cacao infatti viene estratta la parte dei grassi e quello che resta viene macinato per ricavare la famosa polvere scura e fine.

Uno studio tedesco, condotto dal German Institute of Human Nutrition, infine mette in risalto i benefici del cacao sull'attività epatica. Ipotesi rivoluzionaria, confermata anche dagli studiosi dell'Hospital Clinic di Barcellona, secondo i quali il cioccolato fondente apporterebbe benefici perfino ai malati di cirrosi epatica.

Cosa dice la nutrizionista*:

«Innanzitutto è bene precisare che grazie al suo contenuto di sali minerali, vitamine e carboidrati, il cacao è un alimento molto energetico e quindi consigliato a chi svolge attività sportiva ma anche a chi è nell'età dello sviluppo. Del resto, secondo una recente ricerca condotta in Inghilterra basterebbe assumere circa 20 grammi di cioccolato amaro al giorno (poco più di 100 calorie) per avere tutti questi benefici».

* Prof.ssa Evelina Flachi, specialista in Scienza dell'alimentazione-Nutrizionista.
Collabora con La Prova del cuoco, Raiuno, ed è presidente della Fondazione italiana per l'educazione alimentare

Il cacao in cucina

Ne abbiamo fatta di strada da quando l'unico consumo di cioccolato era limitato alla scatola di cioccolatini o alla tavoletta da sgranocchiare. Oggi il cioccolato, soprattutto quello nero fondente - viene utilizzato in diverse preparazioni casalinghe, e non solo dolci.

Usarlo in aggiunta alla farina bianca per preparare la pasta fresca è un'ottima astuzia, che regala un sapore molto particolare e rotondo alla sfoglia, senza limitare l'uso dei più svariati condimenti.

Il cioccolato nero fondente, adeguatamente fuso, poi è ottimo anche per intingervi la saporitissima carne di maiale, con la quale si sposa benissimo. Ma i più audaci non mancano di accostarlo anche al pesce, come crostacei o seppioline.

L'esperto risponde
Potrebbe interessarti
Zuppa rustica di carciofi e indivia
Alimentazione
13 marzo 2017
Ricette
Zuppa rustica di carciofi e indivia