Mousse di cioccolato all'acqua con nocciole croccanti

10 febbraio 2017
Dolci

Mousse di cioccolato all'acqua con nocciole croccanti



Mousse di cioccolato all'acqua con nocciole croccanti


Un dessert light e super goloso per chiudere in bellezza un pasto abbondante oppure ogni volta che ti prende la voglia di dolce e non vuoi sentirti in colpa. Questa mousse, la cui riuscita dipende da una formula ben precisa (riportata nella ricetta), può essere arricchita a piacere con frutta secca o fresca. Per la ricetta della settimana ho scelto le nocciole che, pur innalzando l'apporto calorico della mousse al cioccolato all'acqua, hanno il pregio di apportare grandi benefici dal punto di vista nutrizionale.

Ingredienti (per 6 persone)

Ingredienti


  • 200 g di cioccolato nero fondente al 42% di grassi (è indicata in etichetta)
  • 245 g di acqua
  • 80 g di nocciole sgusciate

Come devi fare

  1. Sciogli il cioccolato a fuoco molto basso.
  2. Aggiungi la quantità stabilita di acqua.*
  3. Sbatti l'emulsione con una frusta, trasferiscila in un recipiente di vetro, copri con pellicola da cucina e metti in frigorifero per almeno 30 minuti.
  4. Trascorso questo tempo, trasferisci l'emulsione ben fredda nella planetaria (oppure metti la ciotola con l'emulsione a bagno in una ciotola più grande con ghiaccio e sbatti a lungo aiutandoti con le fruste).
  5. Monta così l'emulsione, che resterà comunque molto liquida, finché si formeranno numerose bolle; trasferiscila nelle singole tazzine o ciotole in cui intendi servire la mousse e ponile in frigorifero, coperte da pellicola, fino al momento di servire.
  6. Nel frattempo, trita le nocciole e falle tostare appena in un padellino antiaderente (evitando accuratamente di bruciarle); falle raffreddare.
  7. Disponi uno spesso strato di nocciole tritate sopra ogni porzione di mousse e servi il dessert freddissimo.

*Per ottenere una perfetta mousse all'acqua, bisogna sempre moltiplicare la quantità di grassi contenuti nella cioccolata utilizzata per il peso della cioccolata stessa e poi dividere la somma ottenuta per un coefficiente fisso, e cioè 34. In questo caso, quindi l'operazione da fare è la seguente: 42x200:34. Solo così si otterrà la giusta consistenza della mousse light al cioccolato.

Il must di questa ricetta: grassi buoni che fanno bene al cuore

Questo è un dessert per chi si vuole bene, che contiene pochi grassi, ma buoni. A parte le ben note virtù del cioccolato nero fondente, qui abbiamo l'apporto di fitosteroli, acido oleico e magnesio contenuti nelle preziose nocciole, le quali svolgono un'azione sinergica a quella del cioccolato nero, a tutto beneficio del nostro cuore. I fitosteroli in particolare sono sostanze che rivestono un ruolo speciale nella prevenzione delle malattie cardiache e circolatorie.

Amiche della pelle
Ricche di grassi insaturi, cioè quelli che fanno bene perché aiutano a tenere bassi i livelli di colesterolo, le nocciole contengono anche molta vitamina E, una vera alleata di bellezza per la nostra pelle. E rappresentano lo snack ideale, come tutta la frutta secca.
Alcuni studi recenti riferiscono tra l'altro che il contenuto di vitamina E delle nocciole (100 grammi di questo frutto contengono circa l'80 per cento del nostro fabbisogno giornaliero) si è dimostrato utile nella prevenzione di alcune forme di tumore, per esempio quello alla vescica. Non solo. Il consumo regolare di nocciole assicura un buon apporto di manganese, che a sua volta fa parte degli enzimi antiossidanti più potenti, prodotti dai mitocondri delle cellule, alle quali assicura una buona protezione da ogni forma degenerativa. Oltre a proteggere l'organismo dai processi di invecchiamento.

Una buona protezione per ossa e muscoli
Eccezionale fonte di magnesio, le nocciole sono un ottimo aiuto per rinforzare lo scheletro e contrastare l'insorgere di patologie legate alle articolazioni e alla muscolatura. Il consumo regolare di 7-8 nocciole al giorno è consigliato soprattutto alle donne in menopausa, per consentire loro di immagazzinare il magnesio necessario a rinforzare le ossa e proteggerle dalla osteoporosi, i cui rischi aumentano col cessare dell'età fertile.

Più felici con le nocciole
L'altra sostanza presente in grandi quantità nelle nocciole è la vitamina B6 che ha un merito specifico: favorire la produzione degli amminoacidi di cui necessita il sistema nervoso centrale per funzionare correttamente. Oltretutto questa vitamina è determinante per la formazione della mielina, una sostanza del nostro organismo che aumenta l'efficienza degli impulsi nervosi. Ma non è tutto: la vitamina B6 è indispensabile per sintetizzare serotonina, melatonina e epinefrina, che sono trasmettitori del sistema nervoso e che assicurano il buonumore.

Cosa dice la nutrizionista*:

«100 grammi di nocciole apportano 655 calorie. Va da sé che chi segue un regime ipocalorico dovrà fare attenzione a non consumarne troppe. Abbiamo già detto, però, che la frutta secca è un alimento importante, anche per chi è a dieta, per i nutrienti che assicura. Le nocciole - ricche di flavonoidi, che per esempio potenziano la memoria e aiutano il cervello a funzionare meglio - non fanno eccezione. Le dieta mediterranea, che prevede il consumo di cereali, meglio se integrali, frutta, verdura, pesce, olio d'oliva, se arricchita con una piccola dose di frutta secca ogni giorno aiuta a contenere l'insorgere della sindrome metabolica, un disturbo complesso che implica fattori di rischio cardiovascolare, ipertensione, obesità. Le nocciole in particolare, grazie all'elevato contenuto di manganese, facilitano l'eliminazione delle tossine dall'organismo e contribuiscono a mantenere in salute l'apparato digerente».

* Prof.ssa Evelina Flachi, specialista in Scienza dell'alimentazione-Nutrizionista.
Collabora con La Prova del cuoco, Raiuno, ed è presidente della Fondazione italiana per l'educazione alimentare

Le nocciole in cucina

  • Buonissime e pregiate, le nocciole trovano sempre posto in dispensa e sono molto utilizzate nella preparazione dei dessert, a cui donano una graditissima consistenza croccante.
  • Sempre più spesso, però, come tutta la frutta secca oleosa, si tende a utilizzare le nocciole anche nelle preparazioni salate: per arricchire un arrosto, per esempio, o come ingrediente inedito e sofisticato per zuppe di verdure e vellutate.
  • Si possono aggiungere alle preparazioni tritate appena sgusciate o, ancora meglio, appena saltate in padella per dare alle pietanze un lieve sapore tostato, come nella mousse di questa settimana.


Vedi ricette della categoria Dolci (22)



Cerca nel sito


Cerca in


Ricette  |  Farmaci  |  Esperto risponde  |
Schede patologie


Cerca il farmaco
Potrebbe interessarti
L'esperto risponde