Dessert al mango con nuvola di yogurt e profumo di rosmarino

13 ottobre 2017
Dolci

Dessert al mango con nuvola di yogurt e profumo di rosmarino



Un gradevolissimo dessert light al cucchiaio per chiudere in bellezza una cena autunnale particolarmente ricca. Infatti, anche se queste coppette - facilissime da preparare - vanno consumate fredde, ben si sposano con un pasto robusto: leggerissimo, il dessert contiene quasi solo gli zuccheri del mango, un frutto esotico dalle mille e preziose virtù nutrizionali, come vedremo più sotto, e ha una spiccata azione digestiva e lassativa. Il colore giallo intenso, infine, sembra fatto apposta per contrastare le nebbie e il grigiore dell'inverno; il sapore appaga il palato con un gusto dolce ma non stucchevole e su tutti spicca l'inconfondibile profumo di rosmarino.

Ingredienti per 4 coppette


ingredienti mango yogurt e zucchero


  • 2 manghi di media grandezza, non troppo maturi (contengono meno zuccheri e sono meno dolci)
  • 300 g di yogurt greco senza grassi
  • 1 cucchiaino di zucchero di canna integrale tipo Moscovado
  • 1 cucchiaino di zucchero bianco
  • 1 pizzico di sale
  • 1 rametto di rosmarino
  • Olio d'oliva q.b. per ungere la padella

Come devi fare


mango a fette


  1. Pela i 2 frutti e riducine uno a dadini grossolani che raccoglierai in una ciotola insieme all'eventuale succo. Dall'altro ricava tante fettine possibilmente uguali, che conserverai su un piatto, a parte.
  2. Prendi una piccola padella, ungila appena con olio d'oliva usando un pezzetto di carta da cucina, e quando è calda versaci il mango a dadini con un pizzico di sale.
  3. Rosola mescolando e poi aggiungi lo zucchero nero, mescola bene per caramellare, aggiungi il rosmarino: puoi mettere il rametto, lasciarlo insaporire e poi rimuovere, oppure versare in padella addirittura gli aghetti (abbi cura comunque di tenere alcuni ciuffetti di rosmarino per la decorazione finale). Cuoci per pochi minuti, finché il frutto si disfa e si caramella, assumendo un colore più scuro senza però bruciare. Spegni e fai intiepidire.
  4. Lavora con una forchetta lo yogurt con lo zucchero bianco, sbattendolo bene per montarlo e fargli inglobare aria finché diventa una crema soffice e vellutata. Copri con pellicola e metti in frigorifero.
  5. Versa il mango caramellato in un contenitore adatto al mixer a immersione e frullalo fino a ottenere una morbida salsina vellutata. Prendi le coppe, versa in ognuna un quarto di salsa di mango e metti in frigorifero a raffreddare.
  6. Quando è il momento di servire, versa su ogni coppa di salsa di mango un abbondante cucchiaio di yogurt, disponi a corona alcune fette di mango in ogni coppetta e completa con un ciuffetto di rosmarino.

dolce di mango



Il must di questo piatto


Con zero grassi, e il sapore dolce dovuto quasi esclusivamente dal frutto esotico, questo dessert ha più virtù che calorie. Lo yogurt greco, dal lieve sapore acidulo, e la presenza del rosmarino, un'erba preziosa per i sali minerali che contiene e perché aiuta la digestione, accompagnano il mango, un frutto esotico dolce e succoso, color del sole, noto per essere un potente energizzante, antiossidante, lassativo e diuretico.

mango


Esotico dalle proprietà antitumorali
Oltre a essere ricco di vitamine, e in particolare la A che interessa direttamente la vista e la salute della retina, e di vitamina C, che stimolando la produzione di collagene protegge dall'invecchiamento, nel mango c'è una particolare sostanza, il lupeol o lupeolo, che pare abbia la peculiarità di favorire il flusso sanguigno, con un'azione protettiva sulla circolazione del sangue e sul cuore. Ma la novità più recente e importante riguarda altri componenti del mango: la mangiferina e l'acido gallico. Importanti studi ancora in corso, statunitensi e indiani (il mango è un frutto orientale, coltivato soprattutto in India), hanno dimostrato che le due sostanze citate hanno proprietà antitumorali, in particolare nei confronti di alcuni tumori quali quello al polmone, al seno e alla prostata, organi che si sono rivelati molto sensibili all'azione svolta dai componenti contenuti in questo frutto. E nei confronti del mango i ricercatori non nascondono di nutrire parecchie speranze per il futuro della ricerca nella lotta al cancro. Del resto, l'azione antiflogosi del mango è provata, specie quella sulle prime vie respiratorie.

Giallo antiossidante, favorisce il sonno e la memoria
Il colore del mango non è solo bello e decorativo, ma indica una cospicua presenza di betacarotene, che è un prezioso antiossidante, in grado di contrastare l'azione degenerativa dei radicali liberi. Alle note virtù energizzanti, preziose soprattutto per chi soffre di anemia, per le donne in gravidanza o menopausa, al mango vengono riconosciute altre importanti funzioni. Tra queste, per la presenza di pectina, il consumo di mango avrebbe un'azione importante nella riduzione del colesterolo cattivo. Il frutto, poi, favorisce la digestione, combatte l'acidità gastrica in quanto è un rilassante della mucosa gastrica e ha spiccate proprietà lassative per l'elevata presenza di fibre. Inoltre, si dice che il consumo abituale di mango favorisca anche il sonno. Più documentato è l'effetto che il consumo di mango ha sulla memoria, e questo grazie alla presenza nel frutto di acido glutammina, un componente che agisce sulla parte del cervello che "governa" la memoria.

Cosa dice la nutrizionista*:


«Per ogni 100 grammi di prodotto, il mango apporta circa 60-65 calorie, dunque è un frutto mediamente calorico. Ricco di fibre e di acqua, aiuta l'organismo a idratarsi e ha una funzione lassativa e detox che può essere molto funzionale quando si è a dieta. Mangiato fresco, così com'è o come ingrediente di un dessert light quale quello presentato questa settimana, il mango può essere tranquillamente consumato da tutti, tranne però da chi ha problemi di innalzamento della glicemia, in quanto è un frutto molto ricco di zuccheri».

* Prof.ssa Evelina Flachi, specialista in Scienza dell'alimentazione-Nutrizionista.
Collabora con La Prova del cuoco, Raiuno, ed è presidente della Fondazione italiana per l'educazione alimentare

  • Come per tutti i frutti esotici, per tutelarsi sulla freschezza al momento dell'acquisto è opportuno fare attenzione alla conservazione del frutto e alla specifica che ne riguarda il trasporto aereo e che va indicata in etichetta.
  • Il colore esterno del mango, che a volte ha la buccia giallo-rossa e altre quasi verde, non incide sulla bontà del frutto. Al massimo ne indica il grado di maturazione. Al momento dell'acquisto però è opportuno verificare che la buccia non sia macchiata e non presenti ammaccature.
  • Il mango è molto versatile in cucina: è un frutto che può essere utilizzato anche come contorno, tagliato a fette e saltato in padella con spezie e aromi, o per preparare semplici salse di accompagnamento a piatti a base di pollo e o crostacei; oltre che per realizzare budini, torte o dessert preziosi dal punto di vista nutrizionale come la ricetta di questa settimana.
A cura di Gloria Brolatti

Giornalista e food blogger

www.emoticibo.com


Vedi ricette della categoria Dolci (27)

Guida agli alimenti
Scopri le calorie e i valori energetici e nutrizionali degli alimenti


Cerca nel sito


Cerca in


Farmaci  |  Esperto risponde  |


Schede patologie


Calcolo del peso ideale


Potrebbe interessarti
Torta tutta mele con farina di mais
Alimentazione
17 novembre 2017
Le ricette della salute
Torta tutta mele con farina di mais
Insalata calda con sgombro, ceci e cimette di rapa
Alimentazione
13 novembre 2017
Le ricette della salute
Insalata calda con sgombro, ceci e cimette di rapa
L'esperto risponde