Biscotti veggie alla canapa con gocce di cioccolato e semi

06 novembre 2017
Dolci

Biscotti veggie alla canapa con gocce di cioccolato e semi



Sono dei biscotti molto particolari, il cui ingrediente principe è la canapa. E tutto il merito, oltre che dell'insostituibile cioccolato fondente qui usato in golose gocce, è proprio della farina di canapa, molto utilizzata nella cucina vegana. Una miniera di salute anche sotto forma di olio e di semi, che pure sono presenti nella ricetta che segue.

Ingredienti per circa 24 biscotti


ingredienti biscotti


  • 150 g di farina di canapa bio
  • 150 g di farina di riso più 2 cucchiai per quando stendi l'impasto
  • 110 g di zucchero di canna integrale tipo Moscovado
  • 50 ml di latte di riso
  • 90 ml di olio di semi di girasole
  • 2 cucchiai di gocce di cioccolato fondente
  • 2 cucchiai di semi di canapa integrali
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci in polvere
  • Una presa di aroma alla vaniglia
  • Una presa di sale fino

Come devi fare


  1. In una ciotola mescola le due farine, il lievito, la vanillina e il sale.
  2. A parte, in un'altra ciotola, mescola l'olio, lo zucchero e il latte di riso. Quando hai ottenuto una miscela liscia e liquida, incorporala al mix di farine e mescola bene, dapprima con un cucchiaio poi con le mani fino a ottenere un composto abbastanza sodo, liscio e omogeneo.
  3. Incorpora anche le gocce di cioccolato all'impasto (tranne qualcuna che userai dopo) e lavoralo ancora per poco; quindi avvolgi l'impasto nella pellicola e metti in frigorifero per 30 minuti.
  4. Nel frattempo accendi il forno a 170 gradi.
  5. Trascorsi i 30 minuti, su un piano di lavoro infarinato stendi il composto con il matterello - poco alla volta - e poi con una formina ricava tanti biscotti che disporrai sulla placca del forno ricoperta di carta da forno.
  6. Cospargi i biscotti con semini di canapa e ancora con alcune gocce di cioccolato; quindi inforna per circa 15 minuti.

biscottiera



Il must di questo piatto: rinforza il sistema immunitario


farina di canapa Poco zucchero di canna integrale, tanti preziosi antiossidanti dovuti al cacao, zero lattosio, zero glutine e soprattutto zero grassi saturi, una miniera di grassi buoni e proteine. Tutto in un biscotto? Sì, se usi la farina di canapa sativa alimentare, ricavata cioè da uno dei vegetali più antichi del mondo, dalle proprietà universalmente riconosciute e oggi felicemente riscoperte. La canapa è un vegetale sì, ma con ben il 24 per cento di proteine, presenti in semi e farina, perfetta anche per preparare pane, torte salate e prodotti da forno in generale. Assai proteico e nutriente è anche l'olio di canapa, ricchissimo - come gli altri derivati dalla canapa - di omega 3 e omega 6. Ma torniamo alle proteine, che contengono gli 8 amminoacidi essenziali, quelli che cioè il nostro organismo non è in grado di produrre per sintesi derivante da altri nutrienti e deve quindi introdurre con l'alimentazione giusta. E la canapa ha questa proprietà, anzi, la particolarità è che diversi alimenti vegetali contengono alcuni dei famosi 8 amminoacidi essenziali, ma difficilmente li troviamo tutti insieme in un unico alimento come nella canapa, appunto. Ciò rende la canapa e i suoi derivati un cibo prezioso soprattutto all'interno di un'alimentazione vegana, che altrimenti rischierebbe di provocare carenze nutrizionali. Per tutti, in ogni caso, la canapa è un alimento consigliato in questa stagione, quando il nostro sistema immunitario rischia di essere maggiormente sottoposto a stress e minacce climatiche. In questi biscotti vengono usati i semi, che tra l'altro hanno la proprietà di attenuare la fame nervosa, e la farina che si ricava dalla spremitura degli stessi e che viene universalmente ritenuta un validissimo complemento alimentare, da usare - come in questa ricetta - in combinazione con altre farine, come quella di riso, mantenendo così le proprietà gluten free.

semi di canapa Il pieno di omega 3 e 6 per proteggere il cuore...
I semi di canapa, come tutta la frutta secca oleosa, contengono grassi vegetali. In questo caso, oltre il 70 per cento è costituito da grassi polinsaturi, come acido linolenico, linoleico e alfalinoleico, che sono essenziali per il buon funzionamento di muscoli, recettori nervosi e per il nostro sistema endocrino. Nella canapa, poi, gli acidi grassi hanno molta importanza e tutti ormai conosciamo i benefici apportati da un'alimentazione che contenga omega3; altrettanto preziosi però sono anche gli omega6 e quello che molti non sanno è che il vero e grande beneficio si ha quando i due sono insieme! Il mix salutare che si trova nella canapa, dunque, la rende preziosa per prevenire disturbi come l'aterosclerosi, la degenerazione cerebrale, l'artrosi, le malattie del sistema cardiocircolatorio e anche le infiammazioni dell'apparato respiratorio. Non dimentichiamo poi che nella canapa ci sono anche molte vitamine e una su tutte la vitamina E, molto importante per la sua funzione antiossidante e protettiva nei confronti della pelle

Un antinfiammatorio naturale
Semi, farina e olio di canapa, grazie al concentrato di omega3 e di acido gamma-linolenico (Gla) sono tra l'altro anche potenti antinfiammatori naturali, il cui consumo è consigliato soprattutto a chi soffre di infiammazioni croniche come fibromialgia e psoriasi, dermatiti e artrosi.

Cosa dice la nutrizionista*:


«Ridurre il consumo di farina bianca, troppo raffinata, è sempre consigliabile. Questi biscotti "alternativi" possono essere un modo per soddisfare la voglia di dolce senza trasgredire troppo: la farina di canapa infatti è meno calorica delle altre, ricca di sali minerali e preziose fibre, che aiutano il transito intestinale».

* Prof.ssa Evelina Flachi, specialista in Scienza dell'alimentazione-Nutrizionista.
Collabora con La Prova del cuoco, Raiuno, ed è presidente della Fondazione italiana per l'educazione alimentare

La canapa in cucina


  • Per quanto riguarda i semi, si consiglia di acquistarli integrali e di consumarli crudi, in aggiunta a yogurt, budini, insalata o minestre.
  • La farina di canapa, invece, in cucina si presta a vari utilizzi, meglio se mischiata ad altre farine per facilitare il processo di lievitazione. Ne basta poca per regalare agli impasti un sapore e colore di nocciola e arricchire il preparato con i preziosi nutrienti che ormai conosciamo.
  • Con la farina di canapa si possono fare torte dolci o salate, biscotti - come la ricetta della settimana - o pasta... Ma è utile anche come addensante per zuppe o minestre; per infarinare o impanare i cibi o anche come integratore proteico di un frullato o centrifughe vegetali.
  • In commercio e in cucina si può utilizzare infine l'olio di semi di canapa, ricavato dalla spremitura a freddo dei semi. È un olio vegetale dalle proprietà eccellenti, che però va consumato a crudo per non disperdere i preziosi nutrienti di cui è ricco. Dal gusto delicato, che ben si sposa con vegetali, legumi e pesce ed è una miniera di antiossidanti e dalla spiccata azione antinfiammatoria.
A cura di Gloria Brolatti

Giornalista e food blogger
www.emoticibo.com


Vedi ricette della categoria Dolci (27)

Guida agli alimenti
Scopri le calorie e i valori energetici e nutrizionali degli alimenti


Cerca nel sito


Cerca in


Farmaci  |  Esperto risponde  |


Schede patologie


Calcolo del peso ideale


Potrebbe interessarti
Torta tutta mele con farina di mais
Alimentazione
17 novembre 2017
Le ricette della salute
Torta tutta mele con farina di mais
Insalata calda con sgombro, ceci e cimette di rapa
Alimentazione
13 novembre 2017
Le ricette della salute
Insalata calda con sgombro, ceci e cimette di rapa
L'esperto risponde