Scheda patologia

Tumori della pelle

Tumori della pelle - Definizione

Tumori maligni originati dalla crescita incontrollata di diversi tipi di cellule dell'epidermide, lo strato più superficiale della cute. I tumori della pelle possono prendere origine dai cheratinociti (o cellule epiteliali) oppure dai melanociti (le cellule che hanno il compito di produrre melanina e la cui aggregazione dà origine ai nei). Nel primo caso sono denominati carcinomi basocellulari (a partenza dallo strato più profondo dell'epidermide) o spinocellulari (ad origine dalle cellule più superficiali). Il tumore maligno dei melanociti è chiamato melanoma.

Tumori della pelle - Cause

Il principale fattore di rischio per lo sviluppo dei tumori della pelle, specie per quanto riguarda i carcinomi, è l'esposizione cronica alla luce del sole, in particolare ai raggi ultravioletti. Per questa ragione le parti del corpo più colpite sono quelle maggiormente esposte al sole: viso, orecchie, collo, cuoio capelluto, spalle e dorso. Per i melanomi, un fattore predisponente è rappresentato dalla presenza di nei, specie se numerosi (più di 50), grossi e dai bordi irregolari.

Tumori della pelle - Sintomi

I carcinomi basocellulari si manifestano sotto forma di piccoli noduli di aspetto perlaceo che aumentano lentamente di dimensioni e sono spesso duri al tatto. Il carcinoma spinocellulare appare inizialmente come una piccola area rossastra e squamosa che gradualmente si ingrandisce e può assumere l'aspetto di una verruca. Entrambe queste forme hanno una ridotta tendenza a diffondersi nell'organismo e generalmente non sono pericolose. I melanomi originano dai nei, i quali subiscono delle trasformazioni visibili ad occhio nudo (ingrossamento, perdita della regolarità dei bordi e della forma, cambio del colore, che può essere nero, brunastro, rossastro, bluastro o anche bianco perlaceo). I melanomi possono crescere rapidamente e diffondersi nell'organismo attraverso la circolazione.

Tumori della pelle - Diagnosi

I tumori della pelle vengono diagnosticati dallo specialista dermatologo a seguito dell'esame obbiettivo, condotto con l'aiuto dell'epiluminescenza, ossia l'osservazione attraverso una lente a luce polarizzata degli strati più profondi della pelle. La diagnosi certa e la definizione del tipo di tumore richiedono l'esecuzione di una biopsia.

Tumori della pelle - Cure

Il trattamento principale dei tumori della pelle è la rimozione chirurgica dei tessuti interessati. Nel caso di carcinomi basocellulari o spinocellulari possono essere utilizzate tecniche di microchirurgia, chirugia al laser o con azoto liquido. Per i melanomi, l'intervento chirurgico è più esteso e prevede anche l'asportazione dei linfonodi circostanti. Nei casi non operabili, viene utilizzata la chemioterapia. Sono anche in sperimentazione, con risultati incoraggianti, forme di immunoterapia e di vaccinazione antitumorale.

Tumori della pelle - Cure alternative

Esistono rimedi fitoterapici in grado di stimolare la funzionalità del sistema immunitario, così come omeopatia, agopuntura e aromaterapia sono stati utilizzati per il trattamento degli effetti collaterali. Tutte questi approcci sono comunque complementari e vanno effettuati sotto il controllo del medico.

Tumori della pelle - Alimentazione

Seguire una dieta povera di grassi e ricca di sostanze antiossidanti (vitamine A, C ed E, coenzima Q, betacarotene, tè verde e ginger) può ridurre il rischio di tumori della pelle.


© RIPRODUZIONE RISERVATA



AREE INTERESSE: Tumori , Pelle

Cerca nel dizionario medico:


 Italiano     Inglese