Tumore del rene

29 agosto 2017

Tumore del rene



Definizione


Tumore che origina dal rene, generalmente dalle cellule che i rivestono i tubuli interni dell'organo (adenocarcinoma renale). Forme più rare sono rappresentate dal sarcoma, che colpisce tessuti diversi (la capsula renale oppure le strutture che circondano il rene) e dal nefroblastoma o tumore di Wilms, tipico dell'età infantile.

Cause


Fattori di rischio per lo sviluppo del tumore del rene sono l'età, il sesso maschile, il fumo di sigaretta, l'esposizione cronica ad alcuni metalli e sostanze particolari (come il piombo, il cadmio, la fenacetina e il torotrast), la presenza di insufficienza renale cronica e la familiarità. Esistono anche delle forme ereditarie molto rare quali la sindrome di von Hippel-Lindau.

Sintomi


In fase iniziale la malattia può non dar segno di sé e non provocare disturbi particolari. Quando si manifesta, i sintomi classici di tumore del rene sono tre: una massa palpabile nell'addome, il riscontro di sangue nelle urine (ematuria) e un dolore localizzato a livello lombare. Altre manifestazioni più generali possono essere la perdita di peso, una marcata stanchezza, febbre, anemia, ipertensione e ipercalcemia. Negli uomini si può presentare l'ingrossamento di un testicolo (dovuto a varicocele).

Diagnosi


A parte l'esame obiettivo (palpazione), i test impiegati per la diagnosi del carcinoma renale sono quelli delle urine (ricerca di sangue ed esame citologico per l'individuazione di cellule tumorali) e del sangue (ipercalcemia, aumento di SGPT e fosfatasi alcalina). La diagnostica per immagini si avvale dell'ecografia, che può rivelare sia il tumore primario del rene sia calcificazioni ed eventuali metastasi addominali. Un grado superiore di definizione del tumore e delle eventuali metastasi si può ottenere con la TAC e l'RMN dell'addome. L'urografia può essere utile per valutare le vie urinarie e il corretto passaggio delle urine.

Cure


La principale terapia è la rimozione chirurgica del tumore e delle eventuali metastasi. Questo può richiedere l'asportazione totale del rene colpito, così come quella dei linfonodi interessati e della vescica. Il ricorso alla terapia radiante non si è dimostrato efficace, ragion per cui normalmente non vi si ricorre. La chemioterapia è usata a volte, ma solo dopo che il tumore è stato asportato. L'utilizzo di farmaci che attivino sistema immunitario del malato contro il cancro, come interferone alfa e interleuchina 2 (immunoterapia) si è dimostrato utile nel rallentare la crescita del tumore, anche in presenza di metastasi.

Cure alternative


Non sono proponibili cure alternative per questa malattia.

Alimentazione


Non esistono raccomandazioni alimentari per questa malattia. Dopo l'eventuale asportazione del rene il medico potrebbe consigliare una dieta ad hoc.


Vedi le patologie di:


Cerca nel sito


Cerca in


Farmaci  |  Esperto risponde  |


Cerca il farmaco
Dizionario medico




Potrebbe interessarti