Herpes simplex

29 agosto 2017

Herpes simplex



Definizione


Virus responsabile di infezioni del viso o degli organi genitali. Ne esistono di due tipi: l'herpes simplex di tipo 1 responsabile delle lesioni labiali e l'herpes simplex di tipo 2 che colpisce le regioni genitali e ha trasmissione sessuale, ma la suddivisione non è assoluta. La prima infezione da herpes simplex avviene di solito durante l'infanzia, dopo di ché il virus non è eliminato ma rimane silente nell'organismo, ripresentandosi periodicamente.

Cause


L'infezione si trasmette per contatto diretto con le ulcere o le aree cutanee infette. Le riacutizzazioni possono essere favorite da condizioni di stress fisico o emotivo, febbre, eccessiva esposizione ai raggi del sole, consumo di farmaci o alimenti. Gli attacchi di herpes possono ripetersi molte volte nel corso della vita.

Sintomi


L'infezione si manifesta con la formazione sulla cute o sulle mucose di vescicole acquose, che tendono a confluire, ulcerarsi e infine a formare una crosta. Possono essere colpiti le labbra e il cavo orale (herpes labiale) o le regioni genitali (piccole e grandi labbra nella donna, prepuzio e glande nell'uomo). In alcuni casi sono presenti sintomi generali come spossatezza, febbre e dolori articolari. Le vescicole guariscono spontaneamente in circa 10 giorni. La conseguenza più grave della forma genitale è la possibilità, per la madre, di trasmettere l'infezione al neonato, con esiti molto severi (encefalite e danno cerebrale).

Diagnosi


La diagnosi si basa sull'esame diretto delle caratteristiche lesioni da parte del medico. Se necessario, è possibile identificare il virus da un tampone dell'ulcera. Disponibili anche test sul sangue per rilevare gli anticorpi diretti verso l'herpes simplex e differenziare i due tipi di virus.

Cure


Il trattamento dell'infezione da herpes simplex è solo sintomatico: i farmaci servono a ridurre il dolore e ad accelerare la risoluzione del processo, ma non sono in grado di eliminare definitivamente il virus. Vengono utilizzate sostanze ad azione antivirale (aciclovir, penciclovir, valaciclovir, famciclovir) sotto forma di pomate. Antivirali per via orale sono riservati alle forme più gravi o recidivanti per prevenire la comparsa di riacutizzazioni.

Cure alternative


Fra i rimedi fitoterapici, l'echinacea contiene sostanze di stimolo del sistema immunitario e viene usata per favorire la risoluzione degli episodi erpetici. Segnalati anche farmaci omeopatici.

Alimentazione


Alcuni alimenti possono scatenare la comparsa di herpes: è importante educarsi al riconoscimento di questi cibi, che possono essere diversi da soggetto a soggetto, così da eliminarli dalla dieta. Utile anche evitare gli alimenti ricchi di arginina (cioccolato, arachidi, noci, farina di grano), in quanto tende ad abbassare i livelli di lisina, un aminoacido in grado di contrastare l'azione virale.


Vedi le patologie di:


Cerca nel sito


Cerca in


Farmaci  |  Esperto risponde  |


Schede patologie


Cerca il farmaco
Dizionario medico




Potrebbe interessarti
Cubotti di maiale al pepe verde, miele e susine
Pelle
29 settembre 2017
Le ricette della salute
Cubotti di maiale al pepe verde, miele e susine
L’attività sessuale fa bene anche al cervello
Sessualità
22 agosto 2017
News
L’attività sessuale fa bene anche al cervello