Tiroidite

29 agosto 2017

Tiroidite



Definizione


Infiammazione acuta o cronica della tiroide, la ghiandola localizzata alla base del collo che produce gli ormoni tiroidei (T3 e T4). Gli ormoni tiroidei regolano la velocità con cui si svolgono i processi chimici dell'organismo (metabolismo), influenzando molte funzioni vitali.

Cause


Una tiroidite acuta può avere origine batterica oppure essere provocata da traumi o da irradiazioni locali. La tiroidite subacuta (di De Quervain) è invece dovuta ad infezioni virali ed è spesso secondaria ad affezioni delle prime vie respiratorie (faringite, laringite). La tiroidite di Hashimoto o linfocitaria cronica è una patologia cronica su base autoimmunitaria, cioè causata da un'attivazione anomala del sistema immunitario. La tiroidite di Riedel è una malattia cronica molto rara, le cui cause sono sconosciute, che porta ad una fibrosi della ghiandola.

Sintomi


La tiroidite acuta e subacuta si manifesta con febbre, dolore alla gola e aumento di volume della ghiandola; il processo infiammatorio porta alla liberazione di ormoni tiroidei, quindi inizialmente si possono avere anche sintomi da ipertiroidismo. L'esordio della tiroidite di Hashimoto è lento, con la comparsa di gozzo di modesto volume e duro al tatto. In fase iniziale si possono riscontrare alcuni sintomi di ipertiroidismo, poi la malattia evolve con declino dell'attività funzionale e comparsa di ipotiroidismo sempre più marcato. La tiroidite di Riedel si presenta con sintomi da compressione sulle strutture adiacenti (esofago e trachea), che fanno pensare a una neoplasia, e ipotiroidismo.

Diagnosi


La diagnosi delle tiroiditi può comprendere il dosaggio degli ormoni tiroidei e del TSH (o tireotropina), la ricerca degli anticorpi antitiroidei (antitireoglobulina e antitireoperossidasi) nelle forme autoimmuni ed eventualmente l'esame istologico del tessuto tiroideo prelevato mediante la tecnica dell'agoaspirato.

Cure


Se la causa della tiroidite è un'infezione batterica, si somministrano antibiotici. Per le forme asettiche e per quelle subacute vengono utilizzati antinfiammatori non steroidei (FANS) o corticosteroidi, secondo la gravità del caso. Nella tiroidite di Hashimoto la terapia si basa su farmaci immunosoppressori ed eventualmente ormoni tiroidei, per correggere il deficit graduale cui può andare incontro la ghiandola.

Cure alternative


Rimedi fitoterapici indicati nelle tiroiditi acute sono Agrimonia, Echinacea, Propoli oppure oli essenziali ad attività antibatterica. Nelle tiroiditi croniche, si possono associare con Uncaria tomentosa, ad attività antinfiammatoria e immunomodulante, e a Boswellia serrata. Tuttavia, è importante ricordare che le alterazioni degli ormoni tiroidei possono essere pericolose per la vita, quindi è sempre necessario il controllo del medico.

Alimentazione


I soggetti con tiroidite di Hashimoto devono evitare l'eccessiva assunzione di iodio (che può causare ipotiroidismo) da fonti naturali, come pesci, crostacei e alghe. Gli stessi alimenti sono invece utili in caso di ipotiroidismo conclamato.


Vedi le patologie di:


Cerca nel sito


Cerca in


Farmaci  |  Esperto risponde  |


Schede patologie


Cerca il farmaco


Potrebbe interessarti
Giornata mondiale del diabete: la prevenzione è la cura più efficace
Diabete tiroide e ghiandole
13 novembre 2017
Interviste
Giornata mondiale del diabete: la prevenzione è la cura più efficace
Dia Day: al via campagna di prevenzione del diabete in farmacia
Diabete tiroide e ghiandole
06 novembre 2017
News
"Dia Day": al via campagna di prevenzione del diabete in farmacia
La vita in città aumenta il rischio di diabete
Diabete tiroide e ghiandole
02 novembre 2017
News
La vita in città aumenta il rischio di diabete
L'esperto risponde