L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

24/09/2004 16:42:25

Coppia Distacco

Ho 27 anni, sono stato insieme ad una ragazza per ben otto anni, siamo cresciuti praticamente insieme, comunque rispettando i nostri spazi e i nostri interessi senza dipendere troppo l'uno dall'altra.
Quest'anno è stato un anno difficile per tutti e due: lei studia ed ha una situazione familiare difficile, vive con la madre che è una persona molto all'antica e praticamente il loro dialogo risulta nullo; ovviamente si può immagianare la sua situazione dato che passa la maggior parte del tempo in casa a studiare.
Io non sono stato molto presente dato che lavoro per buona parte della settimana fuori casa.
Il nostro rapporto era caratterizzato si da molti litigi, ma alternati a momenti bellissimi.
Tornati dalle vacanze ho preso io l'iniziativa per dirgli se era tutto ok, dato che avevo notato un ulteriore peggioramento della situazione; la sua risposta è stata negativa e mi ha fatto presente che aveva bisogno di stare da sola per capire se la nostra relazione sarebbe potuta continuare o no.
Non ho avuto motivazioni precise, mi ha detto che non c'è nesun'altra persona ma che deve solamente riflettere.
Sono passate 4 settimane (d'inferno), ci siamo sentiti 4 o 5 volte e 1 volta siamo usciti(decisione presa da lei): abbiamo passato una serata insieme, non abbiamo parlato del problema e devo dire che ho ricevuto molti segnali positivi da lei; oltretutto la serata è stata bellissima; ma poi non mi ha più chiamato per una settimana. Ho provato a richiamarla per avere notizie, ma lei mi ha risposto che è ancora confusa e che non mi poteva dare una risposta.
Non so come comportarmi.
Non stò capendo più nulla.
Non sò se telefonargli.
Non riesco a concentrarmi sulle altre cose e su me stesso.
Vorrei un aiuto anche se penso che l'aiuto più grande provenga dal tempo, ma questa situazione di attesa è snervante.
Posso aiutarla a capire o in questo momento devo pensare soprattutto a me stesso?

Scusate la scrittura pessima.

Spero in una vostra risposta o in qualche consiglio.

GRAZIE


Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del03/12/2004

Forse non valuti nella maniera appropriata i segnali che ti vengon inviati, ma solo quelli che "rientrano" nella situazione che desideri maggiormente.

Dott. Michele Caltabiano
Specialista attività privata
PARMA (PR)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra