L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

03/09/2005 01:55:11

Cosa mi impedisce di dimagrire?

Gent. dott.
sono una studentessa di 22 anni, alta 1, 75m e che pesa 98kg. Sono sempre stata un pò robusta ma, tra diete e sport, ho avuto delle variazioni di peso continue. Da quasi un anno a questa parte la situazione è andata peggiorando, fino ad arrivare al peso attuale. Sono una persona tendenzialmente allegra e socievole, ma ultimamente il mio disagio è aumentato tanto da non avere più molta voglia di uscire da casa, da comprare solo l'indispensabile per vestirmi, da evitare di guardare il mio corpo allo specchio. Di conseguenza ho perso entusiasmo in tutto quello che faccio, o meglio, che dovrei fare, come lo studio, qualche piccolo lavoro a cui ero abituata ed alle faccende quotidiane più naturali. Ho tentato una dieta seguita da una dottoressa molto carismatica, ma dopo 8 mesi l'ho abbandonata con pochi risultati; da gennaio (finita la dieta) mi ritrovo in questo vortice incontenibile che mi induce a mangiare, mangiare, con la mia forza di volontà vicina allo zero! Questa mancanza la avverto anche nella vita di tutti i giorni e mi rendo conto che non faccio nulla per ritrovarla! Forse insieme a questi disturbi alimentari si nasconde una lieve Depressione? Io ho bisogno che qualcuno avverta il mio disagio, come lo avverto io e, non si banalizzi con "devi cercare di dimagrire" (come se fosse facile per me! !) come sento fare a casa mia. Io ho finalmente capito che per me è un problema serio e voglio essere aiutata perchè per la prima volta so, cosa difficile per me da riconoscere, che non posso farcela da sola! Quale "blocco psicologico" si nasconde dietro la mia difficoltà nel dimagrire? Ho comprato un libro sull'assertività: illuminante di certo, ma da solo non basta! Spero di essere riuscita a esprimere il mio disagio profondo e la mia sincera richiesta d'aiuto.
La ringrazio sin da adesso!

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del05/09/2005

Come lei ha già compreso, il problema non è dimagrire, ma capire perchè non riesce a liberarsi dei comportamenti compulsivi che sono all'origine del suo peso.
Gli approcci sono tanti e si va dalle tecniche cognitiviste a quelle analitiche, tutte con aspetti di validità purchè si sia fatta prima una corretta analisi della situazione. Infatti la scelta del metodo terapeutico dovrebbe essere fatta sulla base delle peculiari caratteristiche del paziente. All'origine di tanti insuccessi c'è, a mio avviso, il fatto che non si è fatto un lavoro di inquadramento preliminare.
La invito anche a non sopravvalutare l'efficacia dei manuali fai da te: possono essere utili, ma non possono sostituire la relazione con un terapeuta, ed è proprio la qualità della relazione che diventa il fattore terapeutico decisivo. Il mio consiglio è di rivolgersi ad un medico con competenze psicoterapeutiche con cui capire quale sia la struttura della sua personalità e se sussistono fattori depressivi.
Dopo di ciò potrà scelgiere il modo più adeguato per affrontare il problema che è innanzi tutto quello di trovare dentro di sè un equilibrio tra desideri e realtà, tra aspirazioni e pragmatica quotidiana.
In bocca al lupo!

Dott.ssa M.Adelaide Baldo
Specialista attività privata
Specialista in Psicologia
BRESCIA (BS)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra