L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Stomaco e intestino

19/04/2008 20:20:02

Crampi allo stomaco

Da circa tre mesi soffro di frequenti dolori allo stomaco, che inizialmente percepivo come semplice acidità, poi rivelatasi diversamente, ovvero dei crampi. A Volte percepisco il dolore come una sorta di indolenzimento della "bocca" dello stomaco (che a quanto sembra, è l'epicentro del mio problema), che si estende fino all'addome (in modo più lieve) e alla parte laterale destra di quest'ultima. Il dolore, come dicevo, parte inizialmente come una lieve acidità di stomaco, aumentando di intensità sino a divenire dolorosissimo, a volte faticandomi il respiro, e facendomi di conseguenza irrigidire tutto l'addome.
Mi rivolgo a Voi, poichè trasferita da poco non posso provvedere immediatamente ad una visita medica, alla quale sto comunque provvedendo, e vorrei cominciare a capire come alleviare questi fastidi, o se almeno possono derivare da un qualche tipo di alimento da me ingerito. Inizialmente, infatti, pensavo fosse il Latte a causarmi simile disturbo, adesso sono più propensa a credere sia il Pomodoro, poichè in più di una occasione era l'ingrediente principale dei miei pasti, ma ripeto che purtroppo non ne ho certezza.

Aggiungo inoltre che i crampi veri e propri (quelli che ritengo peggiori per il dolore) in tutto li ho avuti circa 4 volte, per le restanti ho il costante dolore che li preannuncia (quasi come accade per un semplice crampo al polpaccio, per esempio)

Spero vivamente di ricevere quanto prima una risposta, ringraziandovi in anticipo.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del22/04/2008

E' difficile interpretare l'origine dei suoi dolori senza poterla visitare. Potrebbero provenire da spasmi del colon trasverso; in questo caso si dovrebbero attenuare prendendo qualcuno dei comuni antispastici. Oppure dalla vie biliari. Probabilmente è utile eseguire anche un'ecografi dell'addome.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Universitario
Specialista in Cardiologia
Specialista in Gastroenterologia
MILANO (MI)


Altre risposte di Stomaco e intestino







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra