L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

12/02/2005 23:47:10

Credo di stare male

Sono una ragazza di 22 anni e studio all'università. Non sto bene e l'ho capito ormai da un pò di tempo. Ho sofferto di bulimia per 4 anni... rimettevo quello che mangiavo ogni giorno. Poi ho deciso di smettere con l'aiuto del mio fidanzato (solo lui conosce questa verità). Ho smesso di rimettere ma non di mangiare, lo faccio per rabbia, per ripicca e per tristezza. Perdo il controllo se non mangio la cioccolata, poi dopo mi passa. Caratterialmente sono molto... non so veramente come potrei descivermi. Una cosa è certa mi sento sempre in colpa, anche per cose che non mi riguardano, mi sento prorpio esagerata a volte ma è più forte di me. Mi preoccupo per i miei familiari e per me non faccio nulla. Ultimamente non riesco nemmeno più a studiare, mi manca l'ultimo esame e la tesi, ma non riesco proprio a concentrarmi. Non ne parlo con nessuno perchè non voglio pesare sulla mia famiglia, non voglio che si preoccupino per me e non voglio deluderli. Inoltre mi riesce difficile parlarne perchè mi sento stupida quando provo a farlo, è come se tutto quello che dico ad alta voce mi sembri banale e sciocco.
Chiedo scusa per questo lungo sfogo, ma ho bisogno di capire e non so come fare.
Grazie tante.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del15/02/2005

Le consiglierei di intraprendere una psicoterapia per affrontare meglio tali importanti tematiche. Può chiedere un nominativo al suo medico di medicina generale.
Dr.Palmieri

Dott. Gaspare Palmieri
Specialista in Psichiatria
Casa di cura convenzionata
MODENA (MO)


Risposta del18/02/2005

La costellazione sintomatologica che descrive: sintomi di tipo alimentare accompagnati da calo dell'umore, vissuti di inadeguatezza, mi portano a ritenere che sarebbe necessario un intervneto. Il mio consiglio è quello di rivolgersi al centro più vicino a casa sua che si occupi dei Disturbi del Comportamento Alimentare. saranno in grado di trattare il suo disturbo in modo multidisciplinare.

Dott.ssa barbara Sangiorgi
Specialista in Psicologia
Casa di cura privata
Specialista attività privata
RIOLO TERME (RA)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra