L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

17/09/2008 23:14:13

Crisi esistenziale?!

Gentile Staff di Dica 33, vorrei segnalarmi un grave problema che affligge il mio (ex) ragazzo: da giugno ha intrapreso un nuovo lavoro presso una multinazionale, la quale gli aveva promesso e garantito che, alla scadenza dei 3 mesi con contratto a progetto, gli avrebbero fatto firmare il contratto a tempo indeterminato. Così non è stato, e lui da quel fatidico 3 settembre è sempre più stressato,ansioso,nevrotico,assente.
Ho tentato in tutti i modi di stargli vicino,di capirlo, ma lui si è distaccato anche da me in quanto dice di voler stare da solo visto che questo è un so problema, che non vede un futuro davanti a sè, che si sente rabbioso e preso in giro da questa azienda ma che, non avendo il diploma, non può cambiare lavoro e quindi non ha prospettive.
Oltre al fatto che, poichè mi ignorava e mi trattava con sempre maggiore distacco ecc...dopo 8 anni di fidanzamento ci siamo "lasciati" (lui ha voluto un periodo di pausa per starsene da solo....mah) ciò che mi preoccupa è la sua incolumità psico fisica: lui ha un caratere ansioso, chiuso e molto riservato, in famiglia non parla con nessuno e per ora l'unico amico che ha è un collega dal passato discutibile... Cosa mi consigliate per cercare di aiutarlo in questo suo grave momento di crisi esistenziale? Sono sinceramente preoccupata, non so come muovermi! Cosa mi consigliate? Neurologo o psicologo? Rispondete vi prego, è davvero importante! Grazie di cuore, P.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del22/09/2008

Visto che vi siete lasciati credo che la scelta spetti solo a lui, non crede? Per lei è una buona occasione per capire se la vostra relazione può avere un futuro. A volte capita di scoprire all'improvviso aspetti del proprio/a partner che risultano intollerabili. E' evidente che il suo amico è fortemente depresso e una serie di circostanze avverse lo hanno esasperato. Però sembra anche di capire che abbia dentro di sè una fragilità che andrebbe curata. Direi che il medico giusto è uno psichiatra con buone comptenze anche psicoterapeutiche.

Dott.ssa M.Adelaide Baldo
Specialista attività privata
Specialista in Psicologia
BRESCIA (BS)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra