L'esperto risponde

Domanda di: Mente e cervello

08/12/2007 23:35:50

Crisi isteriche

Salve,
sono una 22enne ed a volte soffro di crisi isteriche(o credo si tratti di queste...)
sono sposata da 3 anni poichè aspettavo un bimbo,che ora ha 2 anni e 5 mesi.
quando mi capita di litigare con mio marito,a volte(con una frequenza di due-tre mesi) reagisco male...
mi lascio trasportare troppo dai sentimenti e se mi sento contraddetta o particolarmente delusa inizio a gridare senza controllo ed arrabbiarmi...tempo fa mi procuravo anche delle lesioni,ma più per attirare la sua attenzione che altro,ma dopo essere stata considerata pazza non l'ho più fatto.
durante queste mie crisi,che non nascono mai all'improvviso,inizio a sbattere le cose e non riesco a controllarmi...ho solo voglia di esternare la mia rabbia,senza fare male a nessuno,ovviamente...
di solito mi chiudo in una stanza ed inizio ad urlare da sola...anche se è inevitabile che mio figlio mi senta..a volte ho voglia di farmi male,ma non lo faccio perchè riesco a capire che dopo lucida,potrei pentirmi..
ho paura di queste miei attacchi,ho paura per il mio bimbo...però quando mi sucedono se mio marito se ne va, subito mi calmo sapendo che sono sola col bambino.
riesco a capire nonostante il mio "corto circuito" che è dannoso far così per mio figlio....
però perchè reagisco così???
perchè non riesco a controllare la rabbia se non va tutto perfettamente?
a volte la causa di queste "esplosioni" è una sciocchezza.
Sono caratterialmente impulsiva,ragiono più con il cuore che con la testa,sono molto fragile e sensibile...mi ferisco facilmente.
A volte,non so se la cosa è correlata,ho attacchi di panico di notte,ma mai per caso..o ho saputo di una morte improvvisa,un incidente o qualche parente deve fare un viaggio...sono anche molto ansiosa,mi preoccupo subito sia per me stessa che per gli altri,ma non sempre.
Mio marito pensa che io sono pazza...quando ho queste crisi subito chiama mia suocera o mia mamma per "fargli sentire quanto sono malata"...lui ogni volta invece di tranquillizzarmi prende e se ne va,poi mi tiene il muso per giorni e io sto malissimo...ha anche minacciato di lasciarmi.
io vorrei solo che lui mi capisse,mi basterebbe un abbraccio per disarmarmi...lo so,ma in quei momenti non riesco a fermarmi!se mi calmasse con dolcezza io ce la farei a superare tutto,ma non è così.
Durante le crisi a volte mi picchia per farmi smettere ed io inizio a tremare fortissimo...a volte mi sento stordita e mi fischiano le orecchie,mi gira la testa e mi sembra di essere assente....non sono troppo lucida durante gli attacchi poichè spesso non ricordo benissimo l'accaduto..
ho troppa paura di peggiorare...non voglio far male a nessuno...mi odio per quello che faccio e me ne vergogno...mi sento vuota ed insignificante,vorrei un abbraccio di affetto ed una carezza da chi ho allontanato col mio comportamento....mi sento il cuore a pezzi....
lui ora non mi parlerà per giorni,a me dopo essermi sfogata, la rabbia subito mi passa,non gli tengo il muso ma mi toccherà soffrire ancora tanto fino a quando lui si calmerà....si chiude a riccio e non vuole la mia presenza
per favore aiutatemi a capire i motivi...ma sono malata?posso farcela da sola??
purtroppo non posso andare dallo psicologo,non ho i mezzi essendo sia io che mio marito studenti universitari....
come fare per non deludere più nessuno?
non voglio che gli altri si preoccupino per me ce la devo fare...per il mio doce bimbo!

un grazie a tutti voi medici....
scusate per lo sfogo

mary
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:

Risposta del12/12/2007

Tutto fa pensare ad una forma di Depressione , probabilmente già presente al momento del parto, che non va assolutamemnte sottovalutata. Si rivolga innanzi tutto al suo medico di fiducia. Poi valuti anche l'opportunità di rivolgersi ad uno specialista. Lei ha bisogno sia di farmaco che di una psicoterapia. Vedrà che riuscirà a stare meglio, ma deve curarsi!

Dott.ssa M.Adelaide Baldo
Specialista attività privata
Specialista in Psicologia
BRESCIA (BS)



Altre risposte di Mente e cervello


© RIPRODUZIONE RISERVATA