29/09/08  - Curare l'ansia in gravidanza - Salute femminile

29 settembre 2008

Curare l'ansia in gravidanza




Domanda del 29 settembre 2008

Domanda


Gentile Dottore, ho sofferto in passato di attacchi di panico (per circa un anno), che ho curato, oltre che con colloqui presso uno psicanalista, con l'uso sporadico (mai sistematico) di tavor; diciamo che il solo pensiero di poterlo usare in caso di bisogno mi faceva stare tranquilla e sono gradualmente arrivata a farne un uso estremamente moderato: quando so di trovarmi in una situazione per me a rischio ne assumo 1 pastiglia da 1 mg, ciò può capitare all'incirca due o tre volte al mese. Questa condizione per me positiva e tranquilla si è ormai stabilizzata da più di tre anni. Da una settimana ho scoperto di essere incinta (sono alla VI settimana) e il solo pensiero di non poter usare il farmaco in caso di bisogno, anche se solo nei primi tre mesi, mi accorcia il respiro e mi fa sudare le mani, sensazioni che ormai avevo smesso di provare senza tanti rimpianti. Fermo restando che cercherò di non usarlo, Lei ritiene che anche un'assunzione di tavor così modesta (una tantum, per esempio prima di una visita) potrebbe essere nociva per il feto? Il mio problema non è il singolo episodio, ma ho imparato che, se non prendo il farmaco prima che si crei l'ansia vera e propria, farò fatica a tenerla sotto controllo per una situazione simile che si ripeterà in futuro, quindi in generale ho paura che l'ansia si espanda. Se blocco subito l'ansia con il tavor invece, in genere le volte successive posso anche affrontare la stessa situazione senza farne uso e non pensando più al panico. Insomma: per allontanare il panico non ho veramente bisogno del tavor, ma ho bisogno di sapere di poterlo usare, e ora ciò che mi fa tornare il panico è che questa possibilità sembra non ci sia più per un po' di tempo: è proprio così? La ringrazio e la saluto cordialmente. M.A.
La domanda è in attesa di risposta.
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Altre domande di Salute femminile

Potrebbe interessarti