05/03/13  - Cybalta adatto per me ? - Mente e cervello

Cybalta adatto per me ?




Domanda del 05 marzo 2013

Domanda


Salve,
sono una ragazza di 24 anni,
e vorrei partire subito spiegandoVi il mio problema.....
Al rientro da un viaggio in aereo, in fase di atterraggio ho accusato un fortissimo mal di testa alla parte sinistra del volto, talmente forte da urlare, questo mal di testa prendeva fronte occhi e parte del naso. Un misto tra :scossa e/o come se mi stessero tirando o inserendo tantissimi aghi. In ogni caso appena atterrato l'aereo il mal di testa diminuisce. I giorni successivi mi ammalo di influenza e il mio mal di testa viene curato come sinusite , dopo 2 scatole di flumicil antibiotico, cortisone la mia dottoressa decide di mandarmi da un neurologo ipotizzando che sia nevralgia trigeminale.

Esso dopo breve visita, dove mi fa delle domande se ho mai sofferto di cefalee, dove mi prova i riflessi con il martello e mi fa camminare dritta, dove tasta i punti che mi facevano male , mi conferma un infiammazione di tale nervo o parte di esso. Prescrivendomi delle vitamine del gruppo B, da prendere ogni mattina prima di colazione.
Parlando gli confesso di aver sofferto di ansia in passato e di soffrirne di qualche episodio ma non specifico nulla e non descrivo ne i malesseri ne le motivazioni ne altri problemi, confesso solo di soffrirne e dichiaro di avere una fame nervosa. Lui per attenuare questo ( fame nervosa ) mi prescrive il CYMBALTA 60 mg 20 minuti di pranzo , dicendomi che mi aiutera con questo mio problema.
IO effettivamente ho dei problemi con il cibo ma non capisco se questo farmaco possa aiutarmi seriamente e se lui con una piccola visita sia riuscito a diagnosticarmi queste due cose.
Risposta del 10 marzo 2013

Risposta


Il farmaco che le ha prescritto è un antidepressivo. La fame nervosa può essere un sintomo di ansia, ma se ha problemi con il cibo non è detto che una terapia di questo genere possa essere adeguata. Deve essere valutata da uno psichiatra specialista dei disturbi alimentari. I disturbi di questo genere si curano soprattutto con una psicoterapia e una educazione alimentare.

Dott. Marco Paolemili
Casa di cura convenzionata
Specialista attività privata
Ricercatore
Specialista in Psichiatria
Roma (RM)

Il profilo di MARCO PAOLEMILI
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Altre domande di Mente e cervello



Potrebbe interessarti