L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

01/08/2007 11:56:29

Depressa? triste?o normale?

Buongiorno,forse qualcono mi può aiutare a capire.
Ho un passato abbastanza pesante alle spalle(credo):
Perdita della mamma a 17 anni per tumore (fin da bambina avevo capito che prima o poi sarebbe morta);
Rapporti difficili con mio padre dopo la morte di mamma..incomprensioni continue..vivevo ogni sua regola come una limitazione..disobbedivo sempre!
A 19 anni ho iniziato ad assumere droghe;
A 22 via da casa di papà.Trovo un lavoro (che sono riuscita a mantenere fino ad oggi),abbandono l'università, inizio una lunga convivenza con b (finita 2 anni fa)...per mia scelta...da anni eravamo tossicodipendenti (sniffavamo eroina)...volevo uscirne..anche lui..non riscivamo.Ho incontrato un vecchio amico R ...mi ha fatto venire voglia di rinascere...mi è tornato il desiderio di vivere di mangiare di fare sesso...desideri che non sentivo più. Ho scoperto che B aveva iniziato a bucarsi...lui diceva che io ero pazza. Stavo male . Non potevo raccontare a mio padre tutto..l'avrei ucciso! Ho lasciato B. Non ho più toccato droghe. Ho messo su 10 Kg. Convivo felicemente con R. Sono riuscita a ricucire in parte i rapporti con mio padre. Ho tanti sogni e desideri da realizzare...ma....mi capita di andare in depressione, divento triste...mi sento uno schifo di donna per non aver salvato B, per non essere stata lì con lui a morire forse un giorno di overdose...non soffro perchè ero innamorata di luii, ma perchè mi fa tenerezza..penso a lui (solo) e non riesco a smettere di piangere...cosa posso fare?????Il mio medico dice che non ho bisogno di niente ..che sono forte e che non è il caso di fare nulla...dice che passerà...a me sembra non passi...

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del05/08/2007

Lei è stata davvero brava a usicre da quella situazione e non è il caso che si faccia sensi di colpa. La vita è innanzi tutto un atto di responsabilità verso se stessi e lei con B non poteva fare più di quello che ha fatto. Snzi, credo che assieme sareste precipitati sempre di più nel baratro. Ora pensi a rinforzare i lati positivi della sua vita. Eventualmente pensi ad un sostegno psicologico:parlare con una persona competente aiuta a riorganizzare idee ed affetti.

Dott.ssa M.Adelaide Baldo
Specialista attività privata
Specialista in Psicologia
BRESCIA (BS)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra