L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

14/02/2005 02:55:58

Depressione?

Salve, ho 20 anni, non lo so se sono depresso, ma penso di si. Non sono mai stato un ragazzo socievole, sono stato sempre molto timido e diffidente. Ho addirittura difficolta' a parlare con un negoziante, un impiegato ecc. Comunque la scuola e pochi amici mi hanno sempre fatto andare avanti. Adesso, da quando ho finito le superiori, e' come se avessi smesso di vivere. Ho provato a fare l'universita' con un mio amico, ma poi questo ha cambiato strada e io ho mollato tutto... Adesso potrei cercare un lavoro, un corso ma non lo faccio, non ci riesco. Non faccio niente, sto sempre a casa e soffro tantissimo eppure non riesco a sbloccarmi. Mio padre e' il contrario di me e ha 65 anni. Apparentemente il nostro rapporto e' bellissimo, ma in realta' io soffro tantissimo perche' lui ha un'altra famiglia che io ho sempre rifiutato dentro di me. Il rapporto con mia madre che vive con me e' praticamente nullo. Ho cercato di sintetizzare al massimo, mi scuso per la lunghezza. Grazie mille anticipati...

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del16/02/2005

Comprendo la sua sofferenza, che, da come racconta, è causata da molte emozioni che ,anche se non le riconosce, esistono e creano conflitti. Intanto lei dice di sentirsi bloccato ,di non poter reagire. Risorse però ne ha, e tante, se è riuscito a finire la scuola, che è per molti fonte di stress e Ansia . Quindi forse puo chiedersi cosa sarebbe utile fare, se " lo potrese",per definire in qualche modo la fonte dei tanta sofferenza: potrebbe domandarsi cosa trova nella famiglia di suo padre che lo fa tanto soffrire, cosa le piacerebbe cambiare. Potrebbe parlare con suo padre,dato che avete un bellissimo rapporto , sarebbe una buona occasione per verificare è o meno buono solo in apparenza. Cosa le impedisce di avere un buon rapporto con sua madre? Le auguro di iniziare a parlare , a riconoscere le diverse emozioni, le sfumature, che sono dentro la sua immensa sofferenza, forse questo potrebbe aiutarla a vedere le cose con altri punti di vista e questo potrebbe essere utile per iniziare a sbloccarsi. Molti auguri

Dott.ssa Juanita Pilar Coppola
Specialista in Psicologia
Specialista attività privata
PESCARA (PE)


Risposta del16/02/2005

Sì, c'è la Depressione di un giovane che, in fondo, si sente orfano.
Per un omeopata è da Natrum muriaticum.
Per uno psicoterapeuta è tanto materiale con cui conoscere se stessi e la vita.
Si faccia coraggio e si incammini. Un abbraccio.

Dott.ssa Giulia Maria D'Ambrosio
Specialista in Neuropsichiatria infantile
Specialista in Scienza dell'alimentazione
Specialista attività privata
MILANO (MI)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra