L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

14/02/2006 15:44:06

Depressione

Salve sono un ragazzo di 30 anni e da quasi 6 mesi prendo una compressa di elopram 20 mg al mattino.Premetto che sono sempre stato una persona felice ottimista e piena di vitalità, ma ho cominciato a sentirmi male da un mese prima che nascesse la mia bambina.Infatti sono padre di una bellissima bimba di 5 mesi.Sono 2 le domande che vorrei porre.
1)E' possibile che la nascita di mia figlia abbia suscitato in me queste sensazioni di ansia e depressione?(aggiungo anche che mia figlia per i primi 4 mesi di vita non ci ha fatto dormire nulla)
2)Con questa compressa di elopram chiaramente mi sento meglio anche se ho sempre sensazioni di testa vuota sonnolenza e stanchezza e un po' di ansia.Vorrei sapere se e in che modo posso iniziare a smettere questa terapia.
Ho iniziato anche a riprendere l'attività fisica in palestra dietro consiglio di mio cugino mio medico generico.
Spero di ricevere presto una risposta
Grazie

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del17/02/2006

L'attività fisica fa sicuramente bene anche perchè aiuta a produrre endorfine che aiutano a mantenere un buon tono dell'umore. Però mi sembra che il problema sia più ampio. Sono molti gli uomini (intendo dire i maschi) che , di fronte alla paternità, si destabilizzano e sviluppano addirittura una Depressione . Si mette molto l'accento sui problemi delle madri (giustamente) ma si tende a dimenticare che anche i padri devono andare incontro a una profonda trasformazione nella loro psiche. Non sempre , anzi quasi mai, questa trasformazione è supportata adeguatamente e così i neo padri si trovano soli a gestire una nuova identità emotiva che richiede molte trasformazioni anche difficili. Vada avanti con il farmaco, ma sarebbe bello che lei riuscisse a fare due chiacchiere con uno psicoterapeuta capace di aiutarla a organizzare dentro di sè questo nuovo assetto emotivo.
Auguri a lei e alla sua famiglia.

Dott.ssa M.Adelaide Baldo
Specialista attività privata
Specialista in Psicologia
BRESCIA (BS)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra