L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

17/06/2006 12:37:40

Depressione

Mia madre,63 anni,ha cominciato un anno fa a soffrire di disturbi che hanno indotto un neurologo a somministrarle serenase ed elopram gocce per curare un disturbo depressivo su base ossessiva con forte stato di Ansia ,in base a quanto indicato dallo specialista.La dose iniziale prevedeva 12 gocce di elppram matt e sera e 7 di serenase matt e sera.Il disturbo è andato via via migliorando con riduzione del dosaggio fino ad arrivare ad una dose di mantenimento di serenase,2 gocce,assunto fino ad inizio di maggio,con assunzione di frontal 5 gocce.A maggio mia madre ha cominciato a stare ancora male e lo stesso specialista ha indicato una terapia con seranase 7 gocce matt e sera e frontal 12 gocce matt e sera.Dopo un mese di cura,non avendo miglioramenti e lamentando forte Ansia abbiamo contattato un nuovo specailsta che ha indicato nell'assunzione prolungata di serenase una scelta dissennata ed errata dicendo che può portare seri problemi e non cura il suo problema.Ha reintrodotto elopram gocce ed ha indicato l'uso di Laroxil gocce in sostituzione del serenase.Somministrando il Laroxil,non so se imputare a questo farmaco la causa, mia madre ha iniziato a soffrire di strani fenomeni come se di dissociazione,parlare con cantilena,dire e fare cose senza senso ed avere anche sconclusionati attacchi nervosi.Si è sostituito il Laroxil con Anafranil,sempre un antidepressivo triciclico ma la situazione non è migliorata.Abbiamo ricontattato il primo neurologo che ha indotto la seguente terapia:
serenase 6 gocce ed elopram 12 gocce mattina e sera
trilafon 1 compressa la sera
lorans 1 compressa la sera e mezza la mattina
Vorrei un consiglio su come comportarci;ma il serenase è così pericoloso?Il neurologo ritiene che mia madre soffra di disturbi ossessivi e la Depressione nasce da qui per cui ha sconsigliato i triciclici.Quei fenomeni di squilibrio ora non ci sono più,a volte la vengono forti attacchi che lei non riesce a spiegare,lamenta di sentirsi ansiosa nervosa e in due di questi attacchi aveva forte tremore alle mani,movimenti incontrollati della bocca e difficoltà respiratoria;la situazione è migliorata somministrando mezza compressa di lorans.Ma cosa sono questi crisi?E' Ansia o sono i farmaci?Dobbiamo insistere con la cura o prendere altre strade?Le chiedo aiuto e mi scusi per l'esposizione non molto chiara

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del20/06/2006

il serenase è un neurolettico molto usato. non è pericoloso, ma ha alcuni effetti collaterali che possono essere fastidiosi. fra questi ci sono i cosiddetti effetti extrapiramidali che consistono in tremore, rigidità, movimenti incontrollati alla bocca etc. questi possono attenuarsi tramite l'uso di farmaci anticolinergici tipo il disipal o l'akineton. probabilmente gli episodi che riportava sono causati da tali farmaci.
comunque se il neurologo ha prescritto tale terapia è perchè pensava che la situazione fosse seria, non una semplice Depressione .
il mio consiglio è:
- contattare uno psichiatra e non un neurologo
- valutare anche lo stato cognitivo, ovvero la memoria, se il neurologo non l'ha già fatto
- considerare l'uso di neurolettici atipici a basse dosi (tipo zyprexa, risperdal, seroquel etc) che non hanno tali effetti extrapiramidali

Dott. Gaspare Palmieri
Casa di cura convenzionata
Specialista attività privata
Specialista in Psichiatria
MODENA (MO)


Risposta del20/06/2006

il serenase è un neurolettico molto usato. non è pericoloso, ma ha alcuni effetti collaterali che possono essere fastidiosi. fra questi ci sono i cosiddetti effetti extrapiramidali che consistono in tremore, rigidità, movimenti incontrollati alla bocca etc. questi possono attenuarsi tramite l'uso di farmaci anticolinergici tipo il disipal o l'akineton. probabilmente gli episodi che riportava sono causati da tali farmaci.
comunque se il neurologo ha prescritto tale terapia è perchè pensava che la situazione fosse seria, non una semplice Depressione .
il mio consiglio è:
- contattare uno psichiatra e non un neurologo
- valutare anche lo stato cognitivo, ovvero la memoria, se il neurologo non l'ha già fatto
- considerare l'uso di neurolettici atipici a basse dosi (tipo zyprexa, risperdal, seroquel etc) che non hanno tali effetti extrapiramidali

Dott. Gaspare Palmieri
Casa di cura convenzionata
Specialista attività privata
Specialista in Psichiatria
MODENA (MO)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra