L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Infezioni

01/09/2004 14:51:24

Diabete insipido in menopausa

Da molti anni sono affetta da diabete insipido. Ora con l'arrivo della menopausa soffro moltissimo di vampate che mi creano anche situazioni di grave disagio. Devo sottopormi ad esami particolari? Ci sono cure specifiche? Per quanto riguarda il diabete insipido mi curo con il MINIRIN . E' il caso che mi sottoponga a controlli specifici? Questa malattia è poco conosciuta e quando cerco di affrontare l'argomento con il mio
medico non ho risposte esaurienti. Grazie per un cortese riscontro:Daniela

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del10/11/2004

Gentile signora, il ritardo con cui Le rispondo La rafforzerà nella convinzione che la Sua malattia sia scarsamente conosciuta, ma in realtà di scarso è solo il numero degli endocrinologi che partecipano a questo servizio, così va a finire, come in questo caso, che per non lasciarla del tutto scontenta, Le risponda un ematologo. La Sua malattia è, al contrario, ben conosciuta visto che è perfettamente noto (sempre che la diagnosi sia garantita) cosa ci sia alla base e cioè una carenza di un ormone ipofisario, la vasopressina, che entra nella regolazione dell'eliminazione dei liquidi attraverso l'urina: senza vasopressina se ne perdono troppi. La terapia che segue è giusta, perchè provvede a sostituire col farmaco l'ormone che manca. I problemi delle vampate non sono da ricondurre ad una evoluzione del Diabete insipido, bensì alla Menopausa e riguardano più o meno tutte le donne in questa fase della loro vita.
Come vede è tutto talmente lineare che anch'io, come il Suo medico, Le sarò sembrato poco esauriente, ma in realtà non c'è davvero null'altro da aggiungere che possa avere per Lei un qualche interesse, visto che la Sua malattia è perfettamente sotto controllo e non rappresenta, dunque, alcun rischio per la sopravvivenza.

Dott. vincenzo martucci
Medico Ospedaliero
UDINE (UD)


Altre risposte di Infezioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra