L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Alimentazione

08/08/2004 18:54:06

DIETA e SALUTE

SONO UNA DONNA DI 36 ANNI CHE DOVREBBE STARE A DIETA PER MOTIVI DI SALUTE E QUESTO DA QUANDO AVEVO 12 ANNI, MA DA SEMPRE DOPO UN PERIODO DI TOTALE ABNEGAZIONE E IMPEGNO PER RISPETTARE LA DIETA LA ABBANDONO. NON MANGIO MAI TANTO MA NON MANGIO QUELLO CHE DEVO DI CONSEGUENZA I KILI PERSI TORNANO IN BREVE TEMPO CON MIO ANGOSCIANTE RAMMARICO. E' SEMPRE STATO COSI' E OGNI VOLTA CHE CI RIPROVO CON ENTUSIASMO E CON LA CONVINZIONE DI RAGGIUNGERE LO SCOPO PUNTUALMENTE MI LASCIO ANDARE E FALLISCO. LA COSA CHE MI SPAVENTA E' CHE IO SO CHE LA MIA OBESITA' E' PERICOLOSA POICHE' SOFFRO DI INSUFFICENZA RENALE INIZIALE E CHE PRIMA O POI ARRIVERO' ALLA DIALISI. E ALLORA PECHE' ALLA MIA ETA' NON RIESCO ANCORA A RGGIUNGERE IL MIO SCOPO E A MANTENERLO? SCUSI PER LO SFOGO MA FORSE E' PIU' FACILE PARLARE CON CHI NON SI PUO VEDERE ED ESSERE SINCERI. NON SO SE CI SONO SOLUZIONI PER LE PERSONE INCOSTANTI COME ME MA SPERO CHE ABBIA TEMPO PER RISPONDERMI. GRAZIE FIN DA ORA

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del05/09/2004

Cara signora, spero sia ancora in ascolto, sebbene sia passato del tempo da quando ha scritto.
Non so in che modo lei abbia segito delle diete, se si è fatta seguire da un solo dietologo o da più medici. Il suo problema di peso è legato probabilmente a tante cose, anche all'angoscia di vivere sapendo di essere candidata alla dialisi. Paradossalmente questo le ha scatenato una reazione avversa alla vita, invece che una reazione tendente a una valorizzazione di se stessa e delle sue risorse come essere umano, focalizzando eccessivamente il suo pensiero sulla malattia piuttosto che sulle parti sane. Sicché la dieta è sempre diventata un incubo e perciò dagli incubi si fugge, si sa. E' normale.
Il medico che la segue per la dieta deve essere una persona che lei vede costantemente, con cui nasca un rapporto serio, in grado di sostenere con pazienza anche i momenti in cui non ce la fa. Certo le sarebbe utile consultare una/o psicoterapeuta, per rendersi conto della rabbia che tutta questa faccenda le ha fatto accumulare, fin da quando era così piccola, poi.
Non cerchi un metodo. Cerchi un modo, con esperti che sappiano ascoltare. Vedrà che ce la farà.
Ci tenga al corrente. Cordialità.

Dott.ssa Giulia Maria D'Ambrosio
Specialista attività privata
MILANO (MI)


Altre risposte di Alimentazione







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra