L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Stomaco e intestino

04/01/2008 19:44:50

Difficolta a vomitare

Salve Dottore.
Sono una studente/ lavoratrice di 24 anni.
La contatto perchè mi sono sempre chiesta perchè avessi questa difficoltà a vomitare, e vorrei sapere se è possibile che ci siano soggetti che nonostante stiano malissimo non riescano a rimettere per un fattore fisiologico, o se può essere anche un fattore psicologico.
Ho iniziato a notare questa cosa dai tempi del liceo, in particolare una sera in cui bevvi un pò troppo e la sbornia mi durò dalle 9 di sera fino alle 1,30 circa (avrò bevuto quattro/cinque bicchieri di vino bianco, l'ultimo alle 22). I sintomi furono costanti per tutto il tempo ( vista appannata, testa vuota, alterazione udito) , ma non ebbi nessuno stimolo a vomitare. Mi spaventai e Dovetti sforzarmi a vomitare per farmi passare un pò la sbornia e riuscire a dormire. Lo stesso vale per altri rari episodi di sbornia e lo stesso dicasi per un periodo durato pochissimi mesi in cui provai a rimettere dopo mangiato...credo fosse una forma di bulimia, ma questa cosa terminò in 3/4 mesi in quanto avevo un adifficoltà abnorme a vomitare, per quanto mi sforzassi tantissimo...e credo che sia stato meglio così, altrimenti forse avrei continuato. L'ultimo episodio che ha fatto scaturire questa mia domanda è nato dal'influenza con nausea e mal di stomaco avuta qualche giorno fa e che è molto frequente in questo periodo. I mie familiari che l'hanno avuta non riuscivano neanche ad alzarsi dal letto , tanto il conato era violento e improvviso, e una volta rimesso la nausea passava. Io invece ho avuto un mal di stomaco violentissimo che è peggiorato nonostante la malox e il lansox...anzi , è peggiorato proprio con l'assunzione dei medicinali (o forse è una coincidenza). Solo alzandomi dal letto per andare in ospedale ho avvertito che si trattava di nausea: il sintomo era fortissimo, ma non riuscivo a rimettere: così ho avuto un calo di pressione, sudavo freddo e stavo svenendo.Dopo il calo di pressione mi sono forzata a rimettere e son stata un pò meglio. Dopo si è alzata la febbre.Ora le chiedo...e mai possibile che anche un'influenza con nausea non mi faccia rimettere se il mio corpo ne ha bisogno? Quale fattore fisiologico fa scaturire questa cosa?E' normale?
Grazie per l'attenzione e la disponibilità

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del07/01/2008

Il suo quesito è un po' strano : non capisco perchè lei abbia bisogno di vomitare così spesso : il vomito deve essere una manifestazione spontanea dell'organismo, e non è il caso di provocarlo "a comando". Non vorrei che lei ne abusasse proprio per un fatto di Bulimia . Non è il caso, perchè il suo peso è normale. In occasione di disturbi a carico dell'apparato digerente, può capitare di avere dei riflessi cosiddetti "vagali" e accusare calo di pressione, sudorazione fredda e senso di svenimento. E' sufficiente sdraiarsi, poi tutto passa. Non si preoccupi.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Universitario
Specialista in Cardiologia
Specialista in Gastroenterologia
MILANO (MI)


Altre risposte di Stomaco e intestino







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra