L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

28/11/2006 11:54:29

Disagi

Buongiorno,

abito a farrara,laureato im matematica,sposato con un figlio di 2 anni...lavoro in una azienda di bologna come tecnico informatico.

Ho deciso di chiedere aiuto in quanto da quando è nato mio figlio(che è stata la gioia piu' grande della mia vita) ho paure ,preoccupazioni,aprensioni eccessive che mi provocano malesseri fisici..problemi sociali grossi(penso spesso, convicendomi che è cosi' ,che tutti ce l'abbiano con me caricandomi di tensione e reagisco di conseguenza)..attacchi di ansia
Penso sempre di non fare abbastanza per mio figlio..di non dargli abbastanza affetto..di non dedicargli abbastanza tempo quando invece a detta di tutti mio figlio mi adora e tutti dicono che sono un ottimo padre.
Faccio presente di avere avuto un infanzia in cui i miei gneitori mi sono stati poco vicino per lavoro e altri problemi (non andavano molto d'accordo)e le persone con cui stavo tutto il giorno non mi dedicavano molte attenzioni.
Mia madre è una persona molto ansiosa mio padre molto severo spesso violento.

Questo disagio mi succede di conseguenza anche di fronte ai normali problemi della vita che non riguradano necesariamente mio figlio..(problemi di lavoro ..rappporti interpersonali)
Sono contraddistinto da una facilita' ad avere disagi che mi crea problemi di ansia,,,nervosismo..alterazione a volte anche della realta'(ingigantimento dei problemi..preoccupazioni eccessive)
Soffro un disagio enorme quando mi devo relazionare con i miei genitori ,divento irritabile,ipersensibile e cerco di vederli il meno possibile

In anticipo ringrazio per la consulenza fornita




m.c.


Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del03/12/2006

credo che potrebbe avere beneficio da una psicoterapia, visto che mi sembra molto consapevole dei suoi disagi. a Bologna potrei consigliarle i colleghi della Scuola Bolognese di Psicoterapia Cognitiva.
In alternativa le consiglio di vedere uno psichiatra per un aiuto farmacologico.
Credo che avendo un figlio così piccolo faccia bene a farsi aiutare.

Dott. Gaspare Palmieri
Casa di cura convenzionata
Specialista attività privata
Specialista in Psichiatria
MODENA (MO)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra