L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

28/08/2008 17:01:40

Distimia e rapporti

Buongiorno dottore/ssa.
Il mio problema è la mancanza totale di rapporti sessuali con la mia compagna. Ora le spiego: lei ha sofferto di distimia 2 anni fa quando era poco che ci eravamo messi insieme.
Avevamo provato a fare l'amore ma la mia goffaggine (era la prima volta anche per me) ha portato solo a tentativi falliti (a dire la verità non avevamo molta passione,siccome era la prima volta sia mia che sua riuscivo solo senza preservativo, se lo usavo perdevo l'erezione).
Questo ha portato alla mancanza di avere la nostra "prima volta", vedi per paura sua (una sua migliore amica è rimasta incinta a 15 anni e questo secondo me ha segnato la sua vita) e per colpa mia che forse mi aspettavo un'altra esperienza.
Fatto sta che finita la distimia che le è venuta dopo, ora soffre solo di stress causa lavoro e nervosismo derivato...
Ed io soffro di una totale mancanza di passione tra noi.
Quando entro nell'argomento, cosa che faccio spesso e credo bene, per lei è come un'offesa, come se la obbligasse o la condannasse di tutto, cosa che non vorrei.
Il bello è che quando ci siamo messi insieme lei criticava le coppie che non avevano rapporti sessuali dopo tanto tempo insieme.
So che queste cose non si possono comandare, ma cavolo io sono un uomo e non riesco a stare con lei in questo modo... per farle capire una coppia di dodicenni al giorno d'oggi ha una vita sessuale più appagante della mia.
Che posso fare? Come posso parlarle? Che devo dirle? Le ho provate tutte ma sembra inutilmente.
Non vorrei che si arrabbiasse e che tornasse in depressione x causa mia...io ci tengo veramente a lei.
La ringrazio


Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del04/09/2008

Forse dovete capire se siete adatti l'uno all'altro. Perchè un conto è volersi bene, e un conto è sentirsi coppia in tutte le sfumature anche sessuali del rapporto. Senti che tendete a incolparvi a vicenda , dimenticando che se la coppia funziona ci si aiuta a risolvere i problemi! Perciò ricominciate da capo chiedendovi quale è il senso del vostro stare assieme. Forse avete bisogno di crescere e maturare individualmente. La consultazione di uno psicoterapeuta con esperienza cneh in sessuologia potrebbe aiutarvi a capire quale è il vero problema.

Dott.ssa M.Adelaide Baldo
Specialista attività privata
Specialista in Psicologia
BRESCIA (BS)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra