L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

01/12/2006 14:35:47

DISTURBO ANSIOSO O NON MEGLIO IDENTIFICATO

EGREGIO DOTTORE,

LE SCRIVO PER UN GRANDE CONSIGLIO ; DALLO SCORSO MESE DI FEBBRAIO IN SEGUITO AD UNA NOTIZIA RICEVUTA E FORSE AD PERIODO DI FORTE STRESS ( PREMETTO CHE SONO STATO SEMPRE UN TIPO ANSIOSO E CHE FACEVA LE COSE MOLTO DI FRETTA INSIEME COME AD ESEMPIO MANGIARE DI CORSA ) LA MIA VITA E DIVENTATA UN INFERNO NEL SENSO CHE SONO PASSATO DA UNO SPECIALISTA AD UN ALTRO PER VARI PROBLEMI TACHICARDIA PROBLEMI GASTROINTESTINALI NODO ALLA GOLA ERUTTAZIONI DIARREA CON STIPSI NERVOSISMO TENSIONE MUSCOLARE ETC ETC ; LA PRIMA SERA QUANDO MI SONO SENTITO MALE PER LA PRIMA VOLTA MENTRE MANGIAVO HO AVUTO COME UN BLOCCO ALLA GOLA CON SENZAZIONE DI SOFFOCAMENTO E DI STROZZARMI, SUDORAZIONE SENZAZIONE DI SVENIRE . DOPO ALCUNI MESI ( MAGGIO 2006 ) SONO ANDATO DA UN NEUROLOGO DA CUI SONO IN CURA TUTTORA E DI CUI HO FIDUCIA ANCHE SE LE SUE CURE MI HANNO DATO SOLO PER IL MOMENTO UN PICCOLO MIGLIORAMENTO E NEL FRATTEMPO ASSIEME AI SINTOMI SOPRA DESCRITTI HO ANCHE UN ABBASSAMENTO DEL TONO DELL’ UMORE PENSIERI BRUTTI DI MORTE PER LA MIA FAMIGLIA O PER ME CHE STO INVECCHIANDO ( A SOLI 31 ANNI ) O PER MIA MADRE CHE HA 59 ANNI E A QUI VOGLIO UN BENE MATTO. QUINDI LA PREGO DOTTORE DI DIRMI COSA MI STA SUCCEDENDO ANCHE PERCHE MI SONO ISOLATO MOLTO E NON SONO PIU’ QUELLO DI UNA VOLTA PIENO DI VITA E SEMPRE CON VOGLIA DI SCHERZARE.

LA MIA CURA DI ORA’ E’ LA SEGUENTE :

MATTINA : 10 GOCCE DI PAROXETINA.+ 0,50 MG ALPRAZOLAM
PRANZO : 100 MG AMILSUPRIDE
SERA : 0,50 MG ALPRAZOLAM

ASPETTO SUE NOTIZIE ANCHE PERCHE NON SO TUTTAVIA DI COSA SOFFRO. IL MIO NEUROLOGO MI DICE " UN PO D’ANSIA " MA DAVVERO VEDENDO SU INTERNET
MI SEMBRA DI AVER UN DISTURBO DA SOMATIZZAZIONE
O DEPRESSIONE ANSIOSA O NON SO COSA !!

GRAZIE E SALUTI R.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del04/12/2006

Molto probabilmente è in atto un disturbo depressivo.
La terapia è corretta, tuttavia potrebbe essere necessario modificare la posologia di alcuni farmaci.
Chieda con fiducia consiglio al Suo neurologo e vedrà che in poco tempo risolverà i Suoi problemi.

Tanti saluti ed auguri.

Dott. Massimo Muciaccia
Specialista attività privata
Medicina Territoriale
Specialista in Neurologia
BARI (BA)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra