L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

21/02/2007 16:02:08

Disturbo borderline

Buongiorno.
la mia compagna (23 anni) con la quale mi frequento assiduamente (nel senso che passiamo molto tempo assieme) sta uscendo da una storia di 3 anni molto complicata con un ragazzo che dopo un anno circa è tornato da una missione militare all'estero, dalla quale è stato esonerato.
il ragazzo è affetto da un disturbo di tipo borderline che col tempo è peggiorato. il fatto è questo: lui è ancora convinto di essere il suo ragazzo, lei per paura ci passa del tempo insieme soprattutto di pomeriggio perchè la psicologa dalla quale va da poco tempo le ha consigliato di non staccarsi in maniera netta e soprattutto di non dirgli di avere un'altra storia. perdipiù la mia compagna è stata per molto tempo sotto plagio (e temo che ancora adesso quando ha a che fare con lui lo sia). lui in 4 anni che sono stati insieme le ha vietato di frequentare l'università, di uscire con le amiche e gli amici, di parlare addirittura al telefono con altre persone che non siano madre e fratello.
è incredibile notare come lei cambi assolutamente modo di fare e di essere quando lui la chiama o la cerca...è terrorizzata e va quasi in trans. per questo l'ho "obbligata" (ma assolutamente in senso bonario) a raccontare tutto ad una psicologa.
ho letto molte cose sui disturbi da borderline e sono molto preoccupato. secondo voi il distacco dev'essere netto ed immediato o è necessario che lei si stacchi un pò alla volta?
grazie per la risposta

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del24/02/2007

è una questione difficile e che forse non ha una risposta univoca. credo che fargli capire che lei sta con un altro possa aiutarlo a identificare confini più definiti e a sentirsi meno onnipotente. d'altra parte credo che la sua ragazza debba sentirselo, quindi debba essere lei a decidere.

Dott. Gaspare Palmieri
Casa di cura convenzionata
Specialista attività privata
Specialista in Psichiatria
MODENA (MO)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra