L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

13/10/2006 18:24:04

Disturbo schizzoaffettivo

Mio fratello dopo una serie di tentativi farmacologici, sembra reagire bene alla cura attuale:a livello psichico è molto più lucido e coerente ma ha ancora qualche piccola paura legata alle tipiche psicosi della malattia.In prospettiva,con i farmaci,si dovrebbe arrivare a limitare anche questo deficit-così sostiene lo psichiatra-Sarà possibile,considerando che si cura con attenzione o-come ha detto lei rispondendo ad un altro utente-non ci sarà un profondo miglioramento?E' una malattia che degenera progressivamente con gli anni o può stabilizzarsi con i farmaci giusti?Potrà tornare ad essere una persona indipendente,che si auto gestisce o vivrà sempre ai limiti della sua realtà?
GRAZIE

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del18/10/2006

io sarei ottimista. se risponde bene ai farmaci e ha una buona relazione con lo psichiatra curante potrà senz'altro migliorare. l'indipendenza può essere un obiettivo da raggiungere gradualmente e con l'aiuto dei farmaci e delle persone vicine.

Dott. Gaspare Palmieri
Casa di cura convenzionata
Specialista attività privata
Specialista in Psichiatria
MODENA (MO)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra