L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Infezioni

14/01/2006 18:25:17

Dolore al collo e tiroide

Da tempo soffro di un dolore al collo all'altezza della tiroide, è più che altro un senso di peso e costrizione. L'anno scorso ho fatto un ecografia e analisi del sangue: è emersa una tiroidite autoimmune e mi hanno prescritto una compressa di Tirosint 50 al giorno.
I valori del sangue sono normali.
Lo specialista mi ha anche detto che la tiroide comunque non da dolore e quindi non è da ricondurre a quel problema il dolore. Ho sentito anche un otorino e il problema non deriva neanche dalla gola. Allora da cosa può dipendere ?
e poi con valori normali del sangue è necessario prendere a vita la tiroxina ? non ha effetti collaterali ?
grazie

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del17/01/2006

Dubito che Lei sappia con esattezza a che altezza nel collo si trova la tiroide: localizzarla è un esercizio impegnativo per gli studenti di Medicina. Potrebbe invece trattarsi, come sembrerebbe, di una sensazione di "groppo alla gola", forse anche in relazione alla coscienza della malattia e comunque a genesi psichica.
Due scuole di pensiero tra gli endocrinologi: una è per il trattamento che sta facendo lei (che peraltro se ben dosato e controllato non comporta inconvenienti) e l'altra che non lo ritiene necessario, salvo che non sia intervenuto un quadro di ipotiroidismo.

Dott. Tonino Grasso
Medicina Territoriale
MARTANO (LE)


Risposta del17/01/2006

dipende proprio dalla Tiroidite , la sua sintomatologia è caratteristica delle tiroiditi, anche uno studente di mediicna farebbe diagnsi, le tiroiditi, come si legge nella letteratura, hanno come agente eziologico il virus di Epstein-BArr, Mononucleosi infettiva, che per un mimetimo molecolare, nei soggetti HLA predisposti, può causare una Tiroidite autoimmune, la sua sensazione di "senso di peso e costrizione" è caratteristica. Poichè va combattuto il virus che ha innescato il problema, altrimenti la Tiroidite durerà a vita, fino a che la malattia autoimmune non ha distrutto completamente la tiroide e lei sarà costretta ad assumere la tiroxina a vita, ma non solo, si innscherà anche una Osteoporosi , per cui sarà costretta ad assumere a vita altri farmaci, conoscendo il genoma virale, si può stimolare il sistema immunitario ad espellerlo, ottenendo un netto miglioramento e più duraturo della sintomatologia infiammatoria autoimmune, ne frattempo le consiglio:
emocromo e formula, piastrine
Tipizzazione linfocitaria e sottopopolazioni:
CD3, CD4, CD5, CD8, CD19, CD20, CD16/56, CD23, CD25,
anticorpi sierici anti tireoglobulina
anticorpi sierici anti microsoma tiroideo (TPO)
Tireoglobulina
anticorpi sierici anti recettore TSH (anti TRAK)
FT3, FT4, TSH
· ANTICORPI ANTI-EPSTEIN BARR (EBNA-IgG, EBNA-IGM, VCA-IGG, VCA-IGM, EA-IGG, EA-IGM)
· ANTICORPI ANTI-HELICOBACTER PYLORI lgG e lgA
ANTICORPI ANTI-CITOMEGALOVIRUS lgG e lgM
saluti Alberto Moschini alberto3691@alice.it




Dott. Alberto Moschini
CARRARA (MS)


Altre risposte di Infezioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra