L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Cuore

17/07/2007 15:01:52

Dolore alle gambe

Buongiorno, da qualche mese ho dolori alle gambe, e una sensazione strana ai polpacci, come se le vene fossero "strette" e il sangue facesse fatica a filtrare, come dei piccoli tic, sempre negli stessi punti.
ho fatto delle analisi del sangue per verificare la tolleranza alla pillola (e fumo), e sia il valore della proteina s che della proteina c sono fuori dai parametri, e il colesterolo è altro, 258. mi capita anche di avere dei crampi alle gambe, che lasciano un dolore per diversi giorni.
mi è stato detto di smettere la pillola e ovviamente di fumare, ma mi preoccupo del fatto che questi sintomi possano essere un segnale di trombosi.
come posso verificare se questi sintomi sono legati a rischio trombosi?
grazie per l'attenzione.
L.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del20/07/2007

I sintomi che riferisce sono troppo aspecifici per poterli attribuire con certezza, per di più a distanza, ad una qualche specifica patologia.
In ogni caso, vista l'alterazione degli indici ematochimici, i consigli che le sono stati dati sono giusti.
La sua situazione va rivalutata nel suo insieme in primo luogo mediante un consulto specialistico che potrà inquadrare con maggiore esattezza i segni clinici comparandoli con eventuali esami strumentali. Anche il Suo quadro coagulativo va riesplorato mediante la ripetizione e integrazione degli esami.
http://xoomer.alice.it/luciopiscitelli/Home.html

Dott. Lucio Piscitelli
Medico Ospedaliero
Specialista attività privata
Specialista in Chirurgia generale
Specialista in Chirurgia vascolare, angiologia
NAPOLI (NA)


Risposta del20/07/2007

I sintomi che riferisce sono troppo aspecifici per poterli attribuire con certezza, per di più a distanza, ad una qualche specifica patologia.
In ogni caso, vista l'alterazione degli indici ematochimici, i consigli che le sono stati dati sono giusti.
La sua situazione va rivalutata nel suo insieme in primo luogo mediante un consulto specialistico che potrà inquadrare con maggiore esattezza i segni clinici comparandoli con eventuali esami strumentali. Anche il Suo quadro coagulativo va riesplorato mediante la ripetizione e integrazione degli esami.
http://xoomer.alice.it/luciopiscitelli/Home.html

Dott. Lucio Piscitelli
Medico Ospedaliero
Specialista attività privata
Specialista in Chirurgia generale
Specialista in Chirurgia vascolare, angiologia
NAPOLI (NA)


Altre risposte di Cuore







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra