20/01/16  - Dolore in fossa iliaca destra - Stomaco e intestino
L'esperto risponde

Dolore in fossa iliaca destra




Domanda del 20 gennaio 2016
Gentili dottori,
Da ormai 6 mesi soffro di un dolore/fastidio in fossa iliaca destra che si accentua con la palpazione profonda e determinate posizioni (trovo un po' di sollievo stando in piedi o sdraiata, mentre sto peggio se cerco di sollevare la gamba destra verso l'addome o se sto seduta con il bacino a 90 gradi). A volte questo dolore si irradia all'inguine/anca e alla coscia anteriore destra.
In questi mesi ho effettuato innumerevoli esami senza mai riuscire a risolvere il mio problema. 5 mesi fa sono stata sottoposta a laparoscopia diagnostica e appendicectomia, visto che nessun medico riusciva ad escludere o confermare con certezza un coinvolgimento dell'appendice. Il chirurgo che mi ha operata ha detto che l'appendice aveva delle aderenze ed era un po' infiammata; l'esame istologico ha confermato la diagnosi di appendicite cronica. Purtroppo l'asportazione dell'appendice non ha risolto i miei problemi, perciò mi sono rivolta dapprima a svariati chirurghi, poi a tre diversi gastroenterologi, poi a due ginecologi e infine ad un urologo, senza mai avere una diagnosi. Gli esami che ho fatto (dopo la laparoscopia) sono: esami del sangue (dai quali risultava la PCR leggermente elevata, successivamente rientrata nei limiti), esami per le intolleranze alimentari (negativi), esami ANCA e ASCA (negativi), calprotectina fecale (risultata 10 su un massimo di 50), varie ecografie (tutte negative, tranne una dove mi è stata trovata un'area iperecogena di 18 mm di diametro nei piani profondi della fossa iliaca destra, la quale secondo l'ecografista è un esito dell'appendicectomia), un'ecografia intestinale per escludere una IBD (anch'essa negativa, nessuna ansa intestinale inspessita, in particolare l'ileo terminale e il cieco, né segni di flogosi), tre ecografie transvaginali (tutte negative), CA-125 (negativo).
Non ho nessun altro sintomo, quindi non saprei nemmeno a che specialista rivolgermi.
Vi sarei davvero grata se mi sapeste dare qualche consiglio.
Grazie
Risposta del 27 gennaio 2016
E'difficile per me aggiungere altro, dopo che è stata visitata da diversi gastroenterologi e chirurghi. L'unica cosa che posso dirle è di valutare se per caso il dolore non provenga dalla parete del corpo e non dal'interno, come, per tendini, muscoli o dalla colonna lombo-sacrale.




Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Il profilo di ALBERTO TITTOBELLO
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Altre domande di Stomaco e intestino



Potrebbe interessarti
Malattia da reflusso gastroesofageo
Stomaco e intestino
09 maggio 2017
Schede patologie
Malattia da reflusso gastroesofageo
Celiachia
Stomaco e intestino
09 maggio 2017
Schede patologie
Celiachia