L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

29/12/2006 22:03:08

Dolore puntorio e senso di tensione in area precordiale sx

Esimii Dottori,
il mio problema è che ogni giorno, dal mattino appena sveglio fino a che non vado a dormire, avverto un dolore puntorio localizzato al capezzolo sx, con un senso di tensione/oppressione localizzato allo stesso posto, a volte leggero, a volte forte, ma che mi fa stare con la spalla sx rattrappita a causa dello stesso.
Tutto cio' dura da diversi anni, e devo dire di avere problematiche familiari che mi hanno dato e mi procurano tuttora ansia.
Esami fatti ogni possibile per escludere patologie organiche,cardiache,tiroidee etc......
Si propende per una "ansia generalizzata" e/o depressione c.d. "mascherata". Tale disturbo risponde benissimo alle benzodiazepine (tavor in particolare), e, durante il periodo di azione delle stesse, il dolore puntorio rimane "sordo" e ininfluente sulle normali attività quotidiane.
Man mano che l' effetto delle BZP scema, aumenta il senso di costrizione e "puntorio".
Inutile dire che tale disturbo è fortemente invalidante x me, mi rende insicuro,inattivo e senza voglia di alzarmi al mattino,in quanto devo SUBITO ingurgitare una BDZ x tamponare il fastidio/dolore precordiale che si presenta puntualissimo appena sveglio, e so che dette BZD non sono curative ma solo sintomatiche.
Vorrei uscire dalla schiavitu' delle BZD, e bravi psichiatri da cui sono andato a visita mi hanno prescritto PAROXETINA fino a 40 mg al dì, ma niente, è come se non la prendessi nemmeno!
A questo punto sono disperato: è mai possibile che, con i progressi della scienza psichiatrica, non si riesca a trovare una molecola/sostanza EFFICACE x il mio disturbo che, se vogliamo, è "lieve", rispetto a patologie ben più gravi e disperate.
Ho letto che antidepressivi a basse dosi posso avere effetto antalgico, ma io ho una leggera ipertrofia prostatica, e non so se posso usarli.
Insomma, esimii dottori, quali sostanze/molecole posso prendere di efficace e risolutivo per questo mio disturbo, tanto "stupido" quanto invalidante,all' infuori delle BZD, che detesto,perchè capisco che non risolvono e mi intontiscono?
Possibilmente, non rimedi psicanalitici,verso i quali sono alquanto scettico,nè tantomeno omeopatici,ai quali non credo.
Vi ringrazio IMMENSAMENTE se mi darete delle importantissime "dritte" per la risoluzione del mio problema, e auguro a Voi e a tutto lo staff auguri sentiti di Buon Nuovo Anno.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del01/01/2007

si può certamente provare con altri farmaci antidepressivi, ma temo che non risolvano il problema completamente. lei è già fortunato che risponde bene alle benzodizepine. io considererei di nuovo l'idea di fare anche una psicoterapia da affiancare alla terapia farmacologica. non esiste solo la psicoterapia psicanalitica, ma anche quelle cognitive e altre più brevi e leggere della psicanalisi. purtroppo non esiste il farmaco miracoloso e se non si lavora anche un po' su se stessi si fatica a uscirne.

Dott. Gaspare Palmieri
Casa di cura convenzionata
Specialista attività privata
Specialista in Psichiatria
MODENA (MO)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra