L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Cuore

05/03/2005 00:51:53

Dolori al petto

Salve,
sin da ragazzino ho sofferto sporadicamente di dolori intercostali, che poi passano subito... invece 10 giorni fa sentii come un dolore di uno dei soliti dolori intercostali, ma il dolore rimase e crebbe, tanto che nel giro di un paio di ore fui accompagnato al pronto soccorso.
Questo dolore proviene dalla sinistra, tra le coste centro-basse, se respiro del 40-50% della capienza polmonare sento una fitta... e piu' questa fitta e' intensa e piu' coinvolge altri parti del corpo, tipo una fitta anche al deltoide, o alla schiena, al pettorale... se piego il busto in avanti o indietro sento sempre la stessa fitta...
In pronto soccorso mi fecero 2 flebo di soluzione salina (spero che si chiami cosi...) una puntura (credo antidolorifico... o forse antinfiammatorio... non ricordo bene), misurata la pressione (80/130), prelievo del sangue (mi hanno detto che e' tutto ok), ECG (alla prima, a causa del fatto che non potevo fare ampi respiri, li vidi preoccupati, ma alla seconda, con l'effetto della puntura che non mi faceva sentire le fitte, mi dissero che era a posto), alla fine il risultato fu: dolori intercostali...
Dottore, come e' possibile che a distanza di quasi 10 giorni la situazione non sia cambiata? possono dei dolori intercostali durare cosi a lungo? cosa posso fare per eliminare questo dolore?

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del12/03/2005

Sicuramente, visto il perdurare della sintomatologia, andrebbero indagati meglio ad esempio con una radiografia del torace. Avvolte il dolore pleurico simula quello intercostale.
Rimane comunque, da quello evidenziato, che si possa trattare in prima ipotesi di dolori intercostali da "intrappolamento del nervo intercostale". In questo caso infiltrazioni di anestetici locali dovrebbero migliorare la sintomatologia associati a trattamenti con antiinfiammatori sistemici.
Resto comunque dell'avviso che sia necessario eseguire una radiografia ed una visita da uno specilista in chirurgia toracica.
Io sarei a disposizione ma sono a Palermo.

Auguri

Dott. Giovanni Di Lorenzo
Medico Ospedaliero
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Chirurgia toracica
PETRALIA SOTTANA (PA)


Altre risposte di Cuore







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra