L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Infezioni

05/07/2006 12:28:57

Dolori al petto

Salve,
intanto vorrei cominciare con un complimento per il sito che avete creato, adesso vi racconto la mia storia.
Parlo della situazione che gli sta capitando in questo momento a mio suocero di età 60 e con il fratello morto di Infarto 10 anni fa. Una decina di giorni fa' mio suocero accusava dei leggeri dolori al petto che duravano pochi secondi, quindi, preoccupandosi si fece l'elettrocardiogramma, l'ecocardiogramma che risultavano tutto ok, poi doveva fare l'esame per lo sforzo ma siccome il posto non c'era l'aveva prenotato dopo due giorni.
Il giorno dopo dei primi esami la sera verso le 23:30 gli venne un dolore fortissimo al petto quindi venne portato al pronto soccorso dove facendo nuovamente gli esami elettrocardiogramma e l'ecocardiogramma non risultava niente ma il dolore persisteva quindi i medici gli diedero una pillola sotto la lingua e il dolore passo' dopo qualche minuto ore 01:00.
A questo punto il dottore decise di ricoverarlo per fare altri accertamenti, quindi venne messo per 3 giorni in terapia intensiva dove non ebbe piu' il dolore e il 4° giorno gli fecero l'Angioplastica dove effettivamente tovarono un restringimento di una vena (l'aorta) che venne sbloccata.
Ieri 04/07/06 dopo l'intervento dell'Angioplastica fu messo a riposo, oggi 05/07 che effettivamente doveva uscire ha avvertito un leggero pizzico di dolore di pochi secondi.... quindi e' stato comunicato al dottore. Si attende adesso se e' consigliabile farlo uscire o no.
La mia domanda è questa:
Dopo l'intervetno si puo' ripresentare lo stesso problema?
Dato che la vena è quella principale c'e' da preoccuparsi di piu'?
Noi siamo di Palermo c'e' qualche ospedale piu' consigliato per fare la riabilitazione?
Mio suocero e' un lavoratore anche se in pensione perche' sa fare lavori pesanti tipo muratore e lavorare in campagna, queste attivita' puo' continuarle a fare?
Mio suocero è un tipo nervoso questo puo' essere una causa di tutto quello che è successo?
Spero di essere stato chiaro e mi scuso delle troppe domande ma siccome sono un po' preoccupato vorrei informarmi meglio.
RingraziandoVi anticipatamente di una Vostra risposta Vi porgo Distinti Saluti.

G.G.



Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del08/07/2006

Dopo l'intervetno si puo' ripresentare lo stesso problema? - a volte può succedere
Dato che la vena è quella principale c'e' da preoccuparsi di piu'? - non è chiaro cosa intende per vena principale, ma probabilmente no.
Noi siamo di Palermo c'e' qualche ospedale piu' consigliato per fare la riabilitazione? - deve rivolgersi all'autore dell'intervento, che saprà darle idicazioni e consigli
Mio suocero e' un lavoratore anche se in pensione perche' sa fare lavori pesanti tipo muratore e lavorare in campagna, queste attivita' puo' continuarle a fare? - dovrà fare un'attività fisica molto leggera.

Dott. Tonino Grasso
Medicina Territoriale
MARTANO (LE)


Altre risposte di Infezioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra