L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Scheletro e Articolazioni

10/09/2004 15:23:29

Dolori alla schiena

Gent.le dottore, il problema che le sto per scrivere è un pò lungo, spero proprio che abbia pazienza di leggere e rispondere...
Verso la fine di aprile ho iniziato a soffrire di mal di schiena molto forte, ha iniziato piano piano fino a diventare insopportabile, la notte non potevo stare sdraiata perch appena mi mettevo in orizzontale le fitte aumentavano togliendomi il respiro. Il dolore si intensificava di più quando contraevo il torace per tossire o respirare. Il dolore era localizzato appena sotto le costole oppure in alto vicino alle scapole. Sono stata dalla guardia medica, mi ha fatto prendere toradol e muscoril compresse, nessun risultato. Sono stata in ospedale 3 volte la prima mi hanno detto che era una colica renale, dopo una flebo mi hanno mandata a casa, il dolore si è ripresentato (andava e veniva) la seconda mi hanno detto che era una lombalgia muscolo tensiva perchè ho una retilineizzazione della colonna vertebrale e mi hanno dato il co-efferalgan effervescente e un pò è migliorato. La terza sono andata perchè alla base dei polmoni sentivo come rantolio e lo sentiva anche il medico, a seguito di rx hanno visto che invece era tutto a posto. Alla fine mi hanno dato delle pastiglie di walix e da li piano piano ho iniziato a stare meglio. Gli esami del sangue non erano a posto, la ves era sempre molto alta e gli esami reumatoidi al limite. Adesso devo fare gli esami per i reumatismi della colonna (prescritti dal reumatologo x "capire" , solo che il male comunque non mi è mai passato, è leggero, ma c'è sempre ed io sono sinceramente preoccupata.
Spero proprio mi dia qualche consiglio utile, mi scuso se sono stata troppo lunga, Simona G.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del14/09/2004

Sarebbe da vedere il tipo di alterazione degli esami ematici, perchè è possibile la presenza di forme reumatiche ad interessamento specifico della colonna vertebrale. La terapia del dolore, praticabile in vari modi ufficiali e "non convenzionali" e la terapia riabilitativa possono comunque dare risultati più che soddisfacenti.

Cordiali saluti

Dr. Federico Simoncini
Specialista in Ortopedia
Esperto in Medicina Naturale dell' Università degli Studi di Milano
Specialista attività privata



Altre risposte di Scheletro e Articolazioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra