L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

12/07/2005 01:13:32

Domanda al Dr. Trucco

Gentile Dottore, ringrazio prima di tutto il Dr. Migliaccio per la risposta e giro la stessa e-mail a Lei, come consigliato dal Dr. Migliaccio: "faccio seguito alla precedente domanda inviata qualche giorno fa, riepilogo: mio marito 52 anni ha iniziato circa tre mesi fa ad avere disturbi evidenti di memoria poi è passato ad allucinazioni visive, atassia e sonnolenza, ci siamo rivolti ad un neurologo e dopo le risultanze negative di TAC e RM cerebrali gli ha prescritto una Tomo scintigrafia encefalica dalla quale è risultato: "Quadro scintigrafico indicativo di patologia cerebrale degenerativa tipo Lewy Body Disease" e il predetto quadro scintigrafico: (lo studio scintigrafico ha messo in evidenza marcati deficit di perfusione a livello della corteccia parietale, occipitale e temporale di entrambi gli emisferi cerebrali. Un ulteriore deficit di perfusione è presente a livello della corteccia frontale sinistra. .. segue. .. . Non ulteriori deficit e/o assimetrie di perfusione a livello delle strutture sottocorticali e del cervelletto ). ulteriori esami sono la diminuzione della vitamina B12 e valore in aumento della sideremia gli altri esami sono nella norma. Siamo in attesa di eseguire i Test Neurologici e nel frattempo il Neurologo mi ha fatto avviare le pratiche per l'Invalidità Civile diagnosticando "Grave deterioramento cognitivo a rapida ingravescenza" Tutto quanto predetto pongo la domanda: "E'VERO CHE NON CI SONO CURE SPECIFICHE? E'VERO CHE NEL CASO DI SOMMINISTRAZIONE DI FARMACO PER IL TREMORE O DIMINUZIONE DI ALLUCINAZIONI POTREBBE CAUSARE RIGIDITà MUSCOLARE? C'E'UN CENTRO IN ITALIA O ALL'ESTERO CHE SI STA SPECIALIZZANDO PER QUESTA MALATTIA? " Un ulteriore problema che sta sorgendo da 3/4 giorni fa è l'irrigidimento del collo e durante la deambulazione la gamba dx si blocca di tanto in tanto quasi da far perdere l'equilibrio. gradirei una risposta a breve termine anche via e-mail. " dR. Trucco spero Lei possa indicarmi quale e dove si trova un buon centro dove cercare di rendere apprezzabile la conduzione di vita di mio marito. Grazie M. Rossi

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del18/07/2005

Gentile signora,
comprendendo la Sua Ansia rispondo ancora io poichè verosimilmente il dr.Trucco in questo periodo non è disponibile. Per inciso io ho indicato il dr.Trucco perchè è presente in questo sito con maggior frequenza, ma ciò non toglie che altri colleghi neurologi possano contribuire a darLe delle risposte e dei pareri.
In ogni caso penso che il Suo neurologo si sia espresso correttamente.
La malattia di Suo marito, come Le accennavo in precedenza, è sostanzialmente una forma grave di m.di Parkinson che si differenzia da questo, purtroppo, per il deterioramento mentale.
Non credo che ci siano terapie e Centri miracolosi.
Con cordialità e con gli auguri più sinceri

Dott. Giovanni Migliaccio
Medico Ospedaliero
Specialista in Neurochirurgia
MILANO (MI)


Risposta del20/07/2005

Gent. ma Signora,
ringrazio il Collega Dr. Migliaccio per le parole di stima anche se non ho il piacere di conoscerlo. Effettivamente non ho risposto subito in quanto sono stato assente per alcuni giorni.
La sintomatologia descritta è in effetti compatibile con la diagnosi che è stata espressa dal neurologo.
In effetti la malattia a corpi di Lewy insorge generalmente con allucinazioni visive e deliri, e si manifesta con deterioramento cognitivo (disturbi di memoria, disorientamento, deficit della critica e del giudizio) ad andamento peggiorativo, molto simili a quelli della malattia di Alzheimer . Si associano sintomi caratteristici del Morbo di Parkinson (rallentamento motorio, instabilità nella marcia, meno spesso tremore) che possono in effetti determinare cadute.
In effetti i corpi di Lewy (inclusioni intra-cellulari costituite principalmente da sostanze proteiche) sono presenti anche nel Morbo di Parkinson , ma solo nelle strutture encefaliche profonde, mentre nella demenza a corpi di Lewy sono presenti anche nella corteccia cerebrale.
Per quanto riguarda la terapia, effettivamente molto spesso il quadro allucinatorio-delirante ad insorgenza precoce viene trattato con neurolettici ad alta potenza (aloperidolo) che può determinare un quardo di grave rigidità parkinsoniana, anche a piccole dosi.
Tuttavia penso di poter suggerire in questa sede (e finalmente dare al paziente un po' di speranza) che i nuovi farmaci in uso per la malattia di Alzheimer (inibitori dell'acetilcolinesterasi: donepezil, rivastigmina, galantamina) sono stati utilizzati con successo anche nella demenza a corpi di Lewy, sia sui sintoi motori che cognitivi, per quanto, come nell' Alzheimer , con efficacia solo temporanea.
Pertanto, se la diagnosi è corretta, la terapia con uno di questi preparati è da considerarsi l'unica possibilità allo stato attuale delle conoscenze.
Come saprà, non è consentito dalle regole del sito fornire indicazioni su Centri Medici Specialistici.
Consiglierei comunque di indirizzarsi ad un Centro specializzato in disturbi del movimento (non conosco l'ubicazione geografica del paziente e non sono in grado di dire di più; so comunque che un Centro specializzato in queste patologie si trova a Milano).

Cordialmente

Dott. Marco Trucco
Medico Ospedaliero
Specialista attività privata
Specialista in Neurofisiopatologia
Specialista in Neurologia
PIETRA LIGURE (SV)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra