L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Scheletro e Articolazioni

25/08/2004 22:32:59

Domanda

Salve
sono un ragazzo di 28 anni.da 2 anni ho dolore alla schiena.
il problema e' nato dopo che mi sono stirato ad una sbarra appendendomi con le mani.ho sentito 2 fitte come una scossa elettrica alle natiche.il giorno dopo queste scosse si sono trasformate in dolore sempre piu' forte fino a diventare insopportabile.dopo 2-3 mesi il dolore e' quasi scomparso ma sono rimaste delle fitte a dx e sx delle natiche.da un po' mi e' riaumentato il dolore e nn so che fare.
in questi 2 anni ho sentito il parere di diversi dottori.ho fatto la ris lombo sacr.-ris. sacroiliaca-scintigrafia ossea e tutti gli esami del sangue possibili(tutto nella norma).
l'unica cosa che mi ha dato giovamento e' stato un trattamento chiropratico(ma nn mi ha risolto il prob).
nessuno sa che fare e queste scosse a volte mi impediscono di fare una vita normale.
cercando su internet mi sono fatto l'idea(forse sbagliata)di avere un nervo intrappolato nei muscoli che vanno dal sacro alla testa del femore.stirare i muscoli del bacino mi riaccende il dolore e la scossa.a volte quando cotraggo i glutei sento una scossa tremenda ,mentre a volte sento dolore sfiorando appena la pelle sopra i glutei. tutto questo nn puo' essere segno di un nervo infiammato o compresso?potete darmi un parere ?l'elettromiografia puo' essere utile ?
grazie di cuore


Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del02/09/2004

Non potendola visitare via internet, rimango nel campo delle ipotesi. Lo stiramento che riferisce potrebbe aver irritato qualche fascicolo nervoso con successiva reazione infiammatoria e cicatriziale di riparazione. Non esiste l'intrappolamento dei muscoli, ma dei nervi si. La zona interessata non è facilmente esplorabile con la elettromiografia, ma potrebbe anche provare ad eseguirla in mani esperte. Provi comunque ad eseguire una terapia con neurotrofici, un ciclo di TENS oppure qualche seduta di agopuntura. Auguri

Dott. giuseppe colì
Medico Ospedaliero
Specialista attività privata
GALLIPOLI (LE)


Altre risposte di Scheletro e Articolazioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra