L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Infezioni

17/06/2006 13:47:58

Dottor Gedda

Gentile Dottore,
sono il ragazzo di roma al quale ha fornito la risposta riguardo la tonsillectomia il 14 giugno. quello delle apnee notturne.
Intanto la ringrazio. approfitto della sua gentilezza se mi permette per dirle una cosa che ho dimenticato nella domanda precedente.
Cosa pensa di possibili futuri problemi "renali" prospettati dallo specialista che mi ha visitato?(tra l'altro principale motivo secondo lui per cui dovrei operarmi-visto che comunque non ho mai avuto più d'una tonsillite all'anno.)
Come faccio a sapere se vi è una diretta correlazione tra le apnee e le mie tonsille ingrossate ?
Nuovamente grazie. sa: il 14 giugno,giorno in cui mi ha risposto è stato il mio compleanno.
grazie e saluti.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del20/06/2006

Le complicanze renali non sono lei sole riconducibili alla la tonsillite cronica: esiste anche la possibilità teorica di problematiche cardiache (correlate con il reumatismo articolare acuto). Queste problematiche erano molto importanti in era pre-antibiotica, ma sono di riscontro eccezionale ai giorni nostri e alle nostre latitudini. E' comunque possibile trarre maggiori informazioni da un semplice esame del sangue che comprenda emocromo, VES, reuma test, ASLO e streptozyme test.

La diagnosi di sede dell'ostruzione respiratoria nelle apnee notturne è difficilissima e non esiste a tutt'oggi la possibilità di dimostrare inconfutabilmente la responsabilità di una ipertrofia tonsillare (tonsille ingrossate) come causa della sindrome delle apnee notturne nel singolo paziente. Comunque, pur con le limitazioni e le imperfeziioni della metodica, una endoscopia a fibre ottiche flessibili è forse l'esame che può dare il maggior numero di informazioni utili per stabilre un piano terapeutico.

Dott. Francesco Gedda
Medico Ospedaliero
Specialista in Otorinolaringoiatria
TORINO (TO)


Altre risposte di Infezioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra