L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Salute maschile

08/05/2006 19:32:19

ECOGRAFIA PROSTATICA:RISULTATO

Buonasera carissimi dottori,ho deciso di scrivervi di nuovo perche' ho effettuato un ecografia alla prostata e ho bisogno di delucidazioni!Soffrendo di deficit erettile (non riesco a mantenere l'erezione)e avendo svolto l'ecodoppler penieno dinamico(incapacita' caverno-venosa su base verosimilmente funzionale) ecco l'ultimo responso dell'ecografia prostatica:"Prostata regolare per morfologia e dimensioni,con ecostruttura finemente disomogenea,prevalentemente ipoecogena con delle aree anecogene nell'interno verosimilmente per fenomeni prostatiti.Ben rappresentata la capsula prostatica.Le vescicole seminali appaiono di dimensioni lievemente aumentate,globose ed ipoecogene sempre per fenomeni flogistici.Non tumefazioni patologiche nel contesto dello scavo pelvico.Libero il Douglas.Dopo minzione non si ha ristagno."Ecco ora vi chiedo,puo' trattarsi di una congestione pelvica?MI potete spiegare meglio il risultato di tale ecografia?Puo' essere collegato con i miei problemi di mantenimento dell'erezione?In passato sempre tramite ecografia mi e' stato riscontrato anche un varicocele di 2-3 grado!Grazie anticipatamente e ancora per la risposta!

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del11/05/2006

Gentile signore , solo con referto di una ecografia non è possibile darle delle conclusioni diagnostiche precise. Sembra comunque essere presente uno stato infiammatorio ( questo vuole dire il termine medico "flogistico") a livello delle vie seminali che deve essere attentamente valutato con una visita clinica diretta. Questo problema , a meno che lei abbia dei gravi disturbi di tipo irritativo ed ostruttivo , difficilmente si collega con il suo problema sessuale. In conclusione , se desidera avere informazioni più dettagliate e corrette è giunta l'ora di conoscere il proprio andrologo di riferimento o , se già conosciuto, di riconsultarlo. auguri ed un cordiale saluto.

Dott. Giovanni Beretta
Specialista convenzionato
Specialista attività privata
Specialista in Andrologia
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Specialista in Urologia
MILANO (MI)


Altre risposte di Salute maschile







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra