L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Sessualità

12/06/2006 10:22:09

Ecografia scrotale

Gentile dottore,
dopo essermi sottoposto all'esame dello spermiogramma che mi aveva dato come risultato azoospermia mi sono sottoposto ad un eco-doppler scrotale/funicolo spermatico.
L'esame dello scroto ha evidenziato testicoli in sede discretamente ipotrofici: biometria mm 40x18x19 a destra-volume 7 e mm39x16x20 a sinistra-volume 6,5.L'egogenicità è ridotta bilateralmente, compatibilmente con l'ipotrofia, ma non si apprezzano sovvertimenti strutturali, in particolare di tipo nodulare.La valutazione color doppler documenta scarsa evidenza dei vasi centripeti intratesticolari da correlare con la ridotta perfusione. Gli epidimi sono di volume normale; presenza di una microcisti cefalica sinistra di 2mm.Le scansioni lungo il decorso dei dotti deferenti mostrano calibro ai limiti della norma(diametro di 2mm); non vi sono pertanto segni di stasi da alterazione ostruttiva. Non idrocele e varicocele bilateralmente.Il campionamento Dopplere delle vene spermatiche esclude la presenza di reflusso anche dirante la manovra di Valsava forzata.
L'ecografisat è stato molto pessimista; probabilmente si tratta di un'azoospermia secretoria. Mi ha chiesto se avessi avuto traumi allo scroto, perotite.Non ho avuto nulla di tto ciò da piccolo. Adesso sto spettando il risultato del secondo spermiogramma e dell'esame del cariotipo più del testosterone, fsh, lh.
Sono disperato dottore. Mi sono documentato un pò su internet e anche se non sono competente in materia, credo che per me ci siano poche possibilità.Sono nato così.
vorrei sapere cos'è LA MICROCISTI CEFALICA di 2mm che ho e poi perchè la biopsia testicolare dicono sia così invasiva. Ho speranze? grazie distinti saluti

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del15/06/2006

Caro Signore,
capisco la sua angoscia per tutto questo nuovo mondo di che si è aperto. La cosa importante è non bagliare strada dall'inizio. Non so se sta cercando figli attualmente ma la cosa ha poca importanza perchè i passi da fare devono essere gli stessi.
La situazione, dalla descrizione, appare deporre per una azoospermia produttiva (secretoria) ma manca ancora l'FSH, Genetici etc; ammettiamo che si confermi la genesi secretoria. Il passo successivo che va fatto è la TESE
(che significa TEsticular Sperm Extraction). E' esattamente come la biopsia ma la differenza è che se si trovano gli spermatozoi vengono crioconservati (congelati) in apposita banca del seme. Quello che voglio è che non le propongano di fare la sola biopsia testicolare vera e propria che prevede solo la valutazione o meno della presenza di spermatozoi nel testicolo. E' una procedura inutile perchè quando ritirerà il referto se troverà scritto presenti spermatozoi cosa farà? dovrà ripetere l'intervento per estrarli e congelarli!! Sarebbe una follia.
Si faccia seguire e guidare da uno Specialista in Medicina della Riproduzione competente. Peraltro i due interventi, come dicevo identici, pur non essendo da sottovalutare in quanto delicati non sono per nulla invasivi.
La definizione microcisti cefalica significa letteralmente cisti molto molto piccola a carico della testa (porzione cefalica) dell'epididimo, che è il canale degli spermatozoi. Non ha alcun significato clinico e soprattutto sappia che se non faceva questa ecografia non se ne sarebbe accorto per tutta la vita.

Un cordiale saluto e un augurio

Dott. renzo benaglia
Specialista convenzionato
Specialista attività privata
Specialista in Andrologia
BERGAMO (BG)


Altre risposte di Sessualità







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra