L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Infezioni

26/04/2007 19:40:36

Ecografia tiroidale

Gentile Dottore,
Le scrivo per avere dei chiarimenti sulla risposta che ho avuto dopo aver effettuato un'ecografia alla tiroide.
Il referto dice:" tiroide regolare per morfo-volumetria ed ecostruttura, esente da lesioni focali e diffuse.
A carico delle stazioni latero-cervicali sono apprezzabili alcuni linfonodi fusiformi (Dimensioni max di mm 19X4) con ilo iperecogeno conservato, di verosimile significato reattivo. l'infoadenopatia ovalare di mm 13X7 con le medesime caratteristiche ecostrutturali in sede angolo-mandibolare dx."
Vorrei semplicemente riuscire a capire questo referto dato che il dottore non mi ha detto nulla e se devo fare ulteriori esami.
Grazie mille

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del04/05/2007

Dal referto ecografico si deduce una ecostruttutra tiroidea nella norma. La contemporanea presenza ecografica di piccoli linfonodi "reattivi" (cioè linfonodi moderatamente aumentati di volume come risposta a stimoli infiammatori aspecifici) non riveste necessariamente di significato patologico. Nella maggior parte dei casi, ciò avviene come risposta a modeste infiammazioni-infezioni del tratto oro-faringeo (bocca, gengive, faringe e prime vie aeree). Di solito non sono necessari ulteriori indagini a meno chè il fenomeno non persista nel tempo o peggiori. In quel caso è prudente praticare un emocromo completo ed in caso di anormalità una visita specialistica ematologica. Il suo medico di base sicuramente saprà guidarla.

Dott. Emmanouil Kalomirakis
Specialista attività privata
Specialista in Endocrinologia e malattie ricambio


Risposta del04/05/2007

Dal referto ecografico si deduce una ecostruttutra tiroidea nella norma. La contemporanea presenza ecografica di piccoli linfonodi "reattivi" (cioè linfonodi moderatamente aumentati di volume come risposta a stimoli infiammatori aspecifici) non riveste necessariamente di significato patologico. Nella maggior parte dei casi, ciò avviene come risposta a modeste infiammazioni-infezioni del tratto oro-faringeo (bocca, gengive, faringe e prime vie aeree). Di solito non sono necessari ulteriori indagini a meno chè il fenomeno non persista nel tempo o peggiori. In quel caso è prudente praticare un emocromo completo ed in caso di anormalità una visita specialistica ematologica. Il suo medico di base sicuramente saprà guidarla.

Dott. Emmanouil Kalomirakis
Specialista attività privata
Specialista in Endocrinologia e malattie ricambio


Altre risposte di Infezioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra