L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

03/03/2005 17:43:53

Emicrania? 5

Gentile Dott. Migliaccio,
oggi sono stata dal neurologo il quale ha letto il referto e ha visto le lastre della risonanza. Mi ha detto che: dato che non avverto nessun sintomo particolare e che sono giovane (22 anni) mi consiglia di ripetere la risonanza all'encefalo tra un anno così potremo compararla e vedere se quelle aree puntiformi sono aumentate. Inoltre mi ha consigliato di fare una visita cardiologica e di eseguire un'ecocardiogramma, in quanto vuole escludere che ci sia una malformazione; in particolare si riferiva ad un caso di una famiglia di Genova in cui 3 persone soffrivano di emicrania con aura visiva e in queste tre persone è stata riscontrata un difetto alla parete del ventricolo destro. Mi ha anche detto di continuare la terapia di Topomax, anche se io non l'ho mai cominciata in quanto mi sembra esagerata.
Mi scuso nuovamente per la lunghezza della mia domanda e Le chiedo di darmi un consiglio circa la terapia di Topomax, inoltre vorrei sapere da Lei un suo parere su quanto detto sopra e se dovrei consultare un altro neurologo. La ringrazio infinitamente e le porgo distinti saluti.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del06/03/2005

Cara signorina,
va bene ripetere la Risonanza a distanza di un anno. Come mai ora il Suo neurologo dice che non ha alcun sintomo e poi Le prescrive il Topamax ? Mi sembra che nelle precedenti comunicazioni qualche sintomo lo ha elencato, no? Probabilmente il Collega interpreta quelle aree come piccole lesioni ischemiche (infarti lacunari) e per questo pensa ad accertamenti cardiologici che comunque è bene fare.
Capisco che può essere poco propensa a effettuare la puntura lombare(che Le assicuro non è assolutamente dolorosa in mani esperte), ma almeno con l'esame del liquor cerebrospinale si ha la possibilità di effettuare una diagnosi differenziale e quindi concentrarsi su altre indagini per escludere eventuali altre patologie, evitando magari di somministrare terapie non adeguate.
Mi tenga informato.
Cordialità

Dott. Giovanni Migliaccio
Medico Ospedaliero
Specialista in Neurochirurgia
MILANO (MI)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra